404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film
Film

Handmaiden, The (2016)

The Handmaiden (2016)Corea, 1930. Durante l’occupazione del Giappone, la giovane Sookee diviene cameriera al servizio dell’ereditiera giapponese Hideko, che vive segregata in una ricca dimora con lo zio Kouzuki. Ma la ragazza nasconde un segreto: è in realtà una ladra assoldata da un Conte giapponese per spingere Hideko a sposarlo e impossessarsi così del suo patrimonio. Il progetto sembra concretizzarsi, ma inaspettatamente Sookee e Hideko si innamorano e decidono di cambiare il loro destino, in un continuo gioco di inganni e false verità.

 

Exile (Cambogia, 2016)

Exile (2016)Il segno lasciato, anche a distanza di anni, dalla visione di L’immagine mancante (2013) - e più in generale dalla filmografia di Rithy Panh (si veda lo scioccante S21: La macchina di morte dei Khmer Rossi, del 2003), quasi interamente dedicata alla rielaborazione della tragedia cambogiana - è indelebile, proprio come il dolore che vi è raccontato. Uno dei molti meriti dell'opera di Panh è quello di aver riaperto una ferita troppo profonda per essere dimenticata e archiviata come semplice avvenimento storico. Quanto messo in opera dagli Khmer rossi di Pol Pot costituisce il più terribile esperimento di esasperazione rivoluzionaria, condotto a spese di un popolo annullato culturalmente quando non fisicamente.

 

When Marnie Was There / Quando c'era Marnie (2014)

Quando c'era MarnieAnna soffre di asma, ma i suoi problemi sono di natura psicologica: non riesce ad accettare se stessa e ad amare la madre adottiva. Quest'ultima manda Anna in vacanza da dei parenti in Hokkaido, nella speranza che ritrovi salute e serenità. Inspiegabilmente attratta da un maniero che si vocifera sia infestato dai fantasmi, la ragazza vi conoscerà Marnie, una coetanea che sembra provenire da un'altra epoca.

 

Veteran (2015)

VeteranSeo Do-cheol è un poliziotto dai metodi brutali, ma di buon cuore. Quando un camionista di cui è diventato amico tenta il suicidio nella sede dell’azienda che lo ha licenziato, Seo cerca di vederci chiaro e scopre un muro di omertà eretto a protezione dei super-ricchi a capo delle multinazionali.

 

Kyoto Elegy (2014)

kyoto elegy 0Sugino Kiki, attrice e produttrice, è una degli astri nascenti della scena indipendente asiatica. Nata a Hiroshima nel 1984, di origini nippo-coreane, ha prodotto Fukada Koji (Hospitalité, Au revoir l'été), Uchida Noboteru (Odayaka), Lim Kah-wai (Magic and Loss). Il 2014 è stato un anno impegnativo per lei, visto che ha esordito alla regia lavorando a ben tre lungometraggi. Kyoto Elegy, presentato nella sezione Asian Future del Tokyo International Film Festival 2014, è il suo esordio, in ordine cronologico, anche se il film è stato proiettato dopo Taksu (selezionato a Busan). In attesa di anteprima c'è anche Boy's Dream.

 

Red Detachment of Women, The (1961)

red detachment of women 0Tra i film più significativi del periodo maoista, che va dalla definitiva presa del potere nel 1949 agli esordi della Rivoluzione Culturale nel 1966, The Red Detachment of Women è un maestoso film di guerra che unisce tenore propagandistico, fervore militante e potenza impressionistica delle immagini. Il regista, Xie Jin, dal ritmo classico, ma tutt'altro che prono ai soli dettami di propaganda, torna a guardare al mondo femminile, facendone una metafora dello sfruttamento delle classi agiate sul proletariato contadino.

 

Crouching Tiger Hidden Dragon: Sword of Destiny (2016)

Crouching Tiger Hidden Dragon: Sword of DestinyDopo la morte del maestro Li Mu-bai nel mondo delle arti marziali si diffonde il caos, finché a prevalere non è il crudele Hades Dai. Quando quest’ultimo viene a sapere dove si trova la spada di Li Mu-bai, Destino Verde, scatena una caccia all’uomo senza esclusione di colpi pur di impossessarsene.

 

Madonna (2015)

MadonnaMoon Hae-rim è perseguitata dagli incubi sul piano onirico e dai debiti su quello reale. Accetta un lavoro come assistente in una clinica privata ed esclusiva per pazienti VIP: uno dei degenti è il proprietario milionario della stessa clinica, Kim Cheol-oh, la cui esistenza viene prolungata artificialmente dal figlio Sang-woo per ragioni di puro interesse. Dopo un trapianto di cuore rigettato, Sang-woo vede in Mi-na, una ragazza in coma senza parenti né amici, un potenziale donatore, ma ha bisogno di Moon per ottenere l’autorizzazione legale a procedere.

 

Right Now, Wrong Then (2015)

Right Now, Wrong Then (2015)Il regista Ham Choon-soo arriva a Suwon un giorno prima rispetto alla proiezione di un suo film, comprensiva di incontro con il pubblico, a cui è stato invitato come oratore. Decide quindi di visitare il tempio che si trova di fronte al suo albergo e lì incontra Hee-jeong, una giovane pittrice. I due trascorrono la giornata insieme, ma quando Ham rivela di essere sposato Hee-jeong non intende più vederlo. Nella seconda parte la situazione si ripete da capo: stessi luoghi, stessi personaggi e in parte stessi dialoghi, ma mutano gli atteggiamenti di Ham, sincero fino all'autolesionismo, e di Hee-jeong, malinconica e inquieta sul proprio futuro: muterà anche l'esito del loro incontro?

 

Tabloid Truth (2014)

tabloid truth 0Dopo l'affabile My Dear Desperado (2010), Kim Kwang-sik torna con un film decisamente più ambizioso che parte da temi particolarmente sentiti in Corea del Sud di questi tempi, come l'effetto del gossip indiscriminato e il lato oscuro degli attori, seguendo la scia di film come Top Star (Park Joong-hoon, 2013) e Norigae (Choi Seung-ho, 2013). Tabloid Truth abbandona però presto il terreno delle maldicenze per trasformarsi in un thriller esagerato che cerca di unire complottismo alla Moby Dick (Park In-je, 2010) e violenza alla The Man from Nowhere (Lee Jeong-beom, 2010).

 

100 Yen Love (2014)

100 yen love 0Take Masaharu si è sempre in qualche modo interessato alla marginalità, dai sobborghi coreani di Café Seoul (2009) agli adorabili transessuali di Eden (2012): in 100 Yen Love segue la storia di una trentenne perdente a vita, costruendone un ritratto pestifero e in qualche modo dolce. Presentato al Tokyo International Film Festival 2014, nella sezione Japanaese Cinema Splash, dove ha vinto il premio per il miglior film, è un racconto spigoloso, sgranato, talvolta scorretto, eppure sorprendente.

 


Page 2 of 43
Share on facebook