404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

Always (2011)

Print

always_0Annunciato ingresso di Song Il-gon nel regno del cinema di intrattenimento commerciale, Always è un melodramma dall'impianto classico, dalla struttura robusta e dalla scrittura formulaica, che nonostante i molti cliché riesce a strappare fino all'ultima lacrima entro l'ultimo dei tanti finali, grazie soprattutto all'ottima alchimia tra So Ji-sub e Han Hyo-joo. Presentato al Busan International Film Festival come film d'apertura, ha avuto la sfortuna di esordire nei cinema coreani in contemporanea al fenomeno Punch, di Lee Han, che lo ha subissato al botteghino.

L'orfanno Cheol-min è un ex pugile dal passato oscuro che ormai si barcamena tra lavoretti temporanei come trasportare fiasche d'acqua e curare un parcheggio notturno. Una sera incontra per caso Jeong-hwa, diventata praticamente cieca in seguito a un incidente. I due iniziano a frequentarsi, scoprendo lentamente le rispettive solitudini. Quando però Cheol-min viene a sapere che Jeong-hwa potrebbe perdere definitivamente la vista se non si sottoponesse immediatamente a un trapianto di cornea, si imbarca in un combattimento illegale e altamente rischioso pur di procurarsi i soldi neceessari alla delicata operazione.
Dopo l'esordio con l'etereo Flower Island (2001), l'horror metafisico Spider Forest (2004), la storia d'amore in sottrazione Feathers in the Wind (2004) e l'inaspettato documentario Dance of Time (2009), Song Il-gon decide di lasciare da parte le remore autoriali e si immerge con convinzione nel cinema popolare. Lo fa con una storia risaputa - l'incontro tra due persone ai margini della società, schiacciate dal destino in ruoli perdenti - ma gestisce con acume i passaggi più scontati, tanto che se non fosse per una colonna sonora troppio ovvia nel sottolineare i momenti più drammatici e un montaggio che perde di vista l'essenziale nella seconda parte, riuscirrebbe a portare a casa il risultato senza far storcere il naso ai più smaliziati e cinici, grazie alla parsimonia nei dialoghi, alla cura della messa in scena, alla scelta delle inquadrature, fino all'attenzione per suoni e colori nel riportare l'esperienza di una non vedente. Always rimane un ottimo esempio di tearjerker con anima, mai sovradosato e sorretto dalle prove dei due protagonisti, che ha il difetto soltanto di essere persin troppo comune per sperare di rimanere impresso oltre una stagione.


paese: Corea del Sud
anno: 2011
regia: Song Il-gon
sceneggiatura: Song Il-gon, Roh Hong-jin
attori: So Ji-sub (Cheol-min), Han Hyo-joo (Jeong-hwa), Kang Shin-il, Park Cheol-min, Yoon Jong-hwa, Oh Kwang-rok



Dim lights Embed Embed this video on your site


sitemap