404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia Gf*Bf / Girlfriend Boyfriend (Taiwan, 2012)

Gf*Bf / Girlfriend Boyfriend (Taiwan, 2012)

Wednesday, 10 October 2012 15:30 Stefano Locati Film - AltrAsia
Print

gf_bf_0Dopo il divertente Orz Boys (2008), che presentava il mondo dell'infanzia dalla prospettiva dei bambini, Yang Ya-che mostra tutte le sue ambizioni raccontando dell'amicizia e dell'amore tra due ragazzi e una ragazza lungo venticinque anni di storia taiwanese. Tra il tenore sorridente di You Are the Apple of My Eye (Giddens Ko, 2011) e le modalità lucenti di Eternal Summer (Leste Chen, 2006), un ritratto complesso che articola le difficoltà del mondo queer come metafora del percorso verso la libertà politica e sociale di Taiwan. Una seconda parte più traballante e qualche concessione di troppo alle aspettative del pubblico non cancellano gli articolati riferimenti e l'alchimia spasmodica tra i protagonisti.

E' il 1985 e Taiwan è sotto la legge marziale. Le scuole sono delle specie di prigioni controllate da docenti e speciali guardie del regime, ma Liam, Aaron e Mabel, amici e studenti, sono ben decisi a far valere le loro ragioni, fino a organizzare una dimostrazione che coinvolga l'intera scuola. Mabel è attratta da Liam, Aaron è attratto da Mabel, mentre Liam sembra volersi sottrarre. L'evoluzione del loro rapporto, passando per il 1990, il 1997 e il presente, segue i mutamenti della società, in un rapporto che si fa sempre più tumultuoso.
Gf*Bf, presentato anche come Girlfriend Boyfriend, riesce a cogliere l'indecisione carica di tensione dell'adolescenza e l'adrenalina infusa di gioia della consapevolezza politica, facendo convivere i semplici aneliti d'amore con sconvolgimenti sociali più ampi. I tre protagonisti hanno la corporeità e la sfrontatezza necessaria a caricare i loro scambi di emozioni ribollenti: Rhydian Vaughan conserva la carica eversiva di Monga (2010), Gwei Lun-mei recupera i modi schietti di Blue Gate Crossing/Incroci d'amore (2002), che non casualmente aveve tema simile virati al femminile, mentre Chang Hsiao-chuan, già protagonista di Eternal Summer, ha la parte più difficile nel trattenere verso l'interno i suoi slanci. Con la fotografia contrastata di Jake Pollock (Starry Starry Night, Wu Xia), le musiche indie-pop riccamente intessute nel montaggio, e l'attenta scansione temporale verso la conflagrazione dei non detti, Gf*Bf ha presa salda sul pubblico, salvo esagerare i toni verso il tragico nel finale. Yang Ya-che è in grado di tenere sullo stesso piano intuizioni personali e velleità commerciali, ma tende a esagerare nel tentativo di chiudere il cerchio in modo memorabile. Avrebbe funzionato, probabilmente meglio, anche un qualcosa di meno scopertamente tempestoso, perché in fondo, come recita una poesia doppiamente citata, siamo "onde che nascono dallo stesso oceano". Un film instabile, e comunque appagante nelle sue imperfezioni.


paese: Taiwan
anno: 2012
regia: Yang Ya-che
sceneggiatura: Yang Ya-che
attori: Rhydian Vaughan (Aaron), Chang Hsiao-chuan (Liam), Gwei Lun-mei (Mabel), Bryan Chang



Dim lights Embed Embed this video on your site


sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook