403 Forbidden

Forbidden

You don't have permission to access /track on this server.

Additionally, a 403 Forbidden error was encountered while trying to use an ErrorDocument to handle the request.

You are here:   Home Film AltrAsia Outside the Window (Taiwan, 1973)

Outside the Window (Taiwan, 1973)

Sunday, 29 April 2018 10:00 Stefano Locati Film - AltrAsia
Print

Outside the Window (1973)Primo film di Brigitte Lin, tratto dall'omonimo romanzo d'esordio semi-autobiografico della scrittrice cinese Qiong Yao (anche trascritto Chiung Yao), uscito originariamente nel 1963. Un sodalizio che si sarebbe consolidato nel tempo, con numerose altre collaborazioni nel corso di un decennio. I mélo e le commedie romantiche tratteggiate da Qiong Yao divennero uno degli elementi imprescindibili per il successo commerciale del cinema taiwanese degli anni Settanta, prima della new wave degli Hou Hsiao-hsien o degli Edward Yang.

Chiang Yen-yung è una studentessa di Taipei. All'inizio dell'ultimo anno di liceo, scopre insieme alle compagne di classe di avere un nuovo insegnante di letteratura, l'affascinante Kang Nan. Kang, interpretato con convinzione da Hu Chi, le sprona a sperimentare con la scrittura. Chiang si avvicina al professore, fino a che tra i due non si accende una passione sottile, ma inarrestabile. La relazione proibita scuote le sicurezze della giovane e viene contrastata sia dai famigliari, che da scuola e società. I due innamorati tentano di non badarci, ma la madre di Chiang sprona un giovane (Chin Han, altro attore destinato a fulgida carriera) a corteggiarla, col fine di allontanarla dall'insegnante.
L'impianto drammatico di Outside the Window è palese, molto semplice nei suoi meccanismi di coinvolgimento emotivo - da un amore proibito e malvisto dalla società, al conflitto genitori-figli. Il suo sorprendente successo in tutta l'Asia è però servito non solo a lanciare la carriera di Brigitte Lin, ma anche a costruire un canovaccio rielaborato in molteplici forme negli anni successivi, fino a variazioni molto più articolate e ammalianti. Elementi ricorrenti diventano una figura di madre dispotica e inzigatrice, prominente rispetto ai padri, molto più passivi, e una figura di figlia fresca e anticonvenzionale, in genere dilaniata dalla scelta tra due possibili pretendenti - con esiti non sempre scontati.
Rispetto alle evoluzioni successive, Outside the Window è ancora molto controllato, più trattenuto, ma la regia equilibrata di Sung Tsun-shou, allievo di Li Han-hsiang, e di Yu Cheng-chun, pupillo di Ho Meng-hua, riserva qualche guizzo - come la terribile scena di violenza coniugale tra una Chiang ormai adulta e suo marito, o il tragico finale, in cui comunque non viene calcata la mano. Interessante anche l'uso dei colori, con una palette tenue, e la predilezione per illuminazioni fioche, che lasciano spesso i personaggi in ombra - elementi esaltati dalla copia restaurata, presentata da Far East Film Festival di Udine insieme a L'Immagine Ritrovata della Cineteca di Bologna. Un film controllato, che scorre senza eccessive sorprese, ma che riveste un ruolo fondamentale nella storia del cinema taiwanese.

paese: Taiwan
anno: 1973
regia: Sung Tsun-shou, Yu Cheng-chun
sceneggiatura: Luk Gin-yip, Yu Cheng-chun, da un romanzo di Qiong Yao
attori: Brigitte Lin, Hu Chi, Chin Han, Cheung Lee-yan, Tien Niu, Sun Yueh

 


.

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook