Prosti (Filippine, 2002)

prosti_0Della prolifica produzione del cinema filippino sappiamo davvero poco o niente. In anni passati la figura del compianto Lino Brocka si era imposta ai festival internazionali per film di forte impegno sociale e politico, ma dopo la sua morte, il cinema filippino è di nuovo tornato all'oblio. Conosciamo soltanto di nome alcuni autori contemporanei pare di rilievo, quali Mike De Leon e Mario O'hara. Purtroppo Prosti, di Erik Matti, presentato, meglio, spacciato, come opera raffinata e avanguardistica, fa venir voglia di non saper più nulla del cinema di Manila!

Perché Prosti altro non è se non patinato softcore simil-Zalman King, cocktail sgargiante dei colori del voyeurismo e dell'edulcorazione dell'ipocrisia, corretto soltanto da una spruzzata di ironia irriverentemente volgare, tra il cattivo gusto e lo schifo. Bacchettate a coloro che in nome di un esotismo troppo indulgente attribuiscono, basandosi su grossolanità e povertà di forma, naïveté ed ingenuità ad un prodotto commerciale astuto e disonesto, quasi fino all'immorale. Alla proiezione udinese, Matti ha infatti ben pensato di ricordare titillante e sornione che quella che ci si accingeva a vedere era la versione uncut del suo film sui bordelli, storia della giovane Dita iniziata al "mestiere" da Madame Xedes e amante segreta del "pappone" Nonoy, uscita nelle Filippine solo in video. Ci risulta che la censura locale abbia molto poco gradito inizio e fine, in cui Nonoy s'aggira per la città elucubrando su povertà del paese, gran quantità di "fiche" che girano per la strada, su come, "facendole fruttare", il paese diverrebbe ricchissimo. Questo shockante pensum, più che denuncia, in verità ci pare purtroppo un intimo e involontario riflesso del credo ed operato di cineasta di Matti. Tanto che se un nostro distributore avesse in sorte di visionarlo, Prosti avrebbe buone chance di trovare un'uscita...

 


paese: Filippine
anno: 2002
regia: Erik Matti
sceneggiatura: Roy Iglesias
attori: Aubrey Miles (Ditas), Jay Manalo (Nonoy), Raquel Villavicencio (Nanay Xedes), Pink Amador (Amy), Paulo Rivero (Bong), Hazel Espinosa (Barang)