404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia Moonlight Boy (Taiwan, 1993)

Moonlight Boy (Taiwan, 1993)

Friday, 11 February 2011 16:16 Paolo Bertolin Film - AltrAsia
Print

moonlight_boy_0Presentato alla Mostra di Venezia 1993 nel quadro della Settimana Internazionale della Critica, dove conseguì il premio della critica internazionale, Moonlight Boy rimane a tutt'oggi l'unico lungometraggio da regista del produttore Yu Wei-yen. Un piccolo, splendido gioiello purtroppo finito nel dimenticatoio - certo soprattutto per la mancanza di seguito nella carriera di cineasta da parte del suo autore - che meriterebbe davvero una riscoperta. Del resto come pensare un possibile proseguo a un unicum quale Moonlight Boy è?

Combinazione raffinata ed elegante, nonché dolorosa e straziante di storia di fantasmi cinesi, mélo familiare e, attenzione!, animazione, il film di Yu è un oggetto difficilmente identificabile e classificabile che, nonostante ciò, si radica profondamente nella cultura tradizionale cinese, proponendo persino una tutt'altro che velata critica al modo occidentale di vivere la religiosità.
Un ragazzino che vaga nella notte crede di riconoscere la sorella in una giovane cantante che medita il suicidio. In realtà, non di sua sorella si tratta, bensì della nipote, la figlia della sorella. E il ragazzo altri non è che il fantasma, la cristallizzazione dell'infanzia di uno zio che da anni vegeta inconscio su un letto in seguito ad un incidente causato dall'egoismo della sorella.
Yu affronta con delicatezza e tatto formidabili una serie di nodi emozionali e drammaturgici tagliagola. Riesce a sbrogliare la matassa di un tessuto di relazioni familiari problematiche, senza mai concedere nulla al pathos esacerbato e illustra e avalla con semplicità quasi allarmante concezioni tradizionali di vita, morte e aldilà per noi altre. Moonlight Boy assurge così ad una consistenza propriamente eterea, sospesa tra il tenero racconto d'infanzia (le immagini animate del personaggio di Eric Tsang, barbone suicida condannato al limbo) e la malinconia del dramma che flirta con lo spettro della morte. In VCD si trova ancora, recuperatelo se potete!

 


paese: Taiwan
anno: 1993
regia: Yu Wei-yen
sceneggiatura: Jerry Sun Fa-jun, Yu Wei-yen
attori: Wang Qi-zan

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook