404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia 999-9999 (Thailandia, 2002)

999-9999 (Thailandia, 2002)

Thursday, 10 March 2011 00:00 Matteo Di Giulio Film - AltrAsia
Print
Tags:

999_9999_0In un college è arrivata una nuova studentessa. Fatto strano è che proviene da una scuola dove si sono verificati degli strani omicidi-suicidi, e che lei sembra conoscere la natura del mistero. Tutto è legato a un fantomatico numero di telefono (quello del titolo), che, se chiamato dopo la mezzanotte, garantisce la realizzazione di ogni desiderio. Cinque compagni di corso scopriranno sulla propria pelle che il contrappasso è micidiale.

L'industria produttiva tailandese, tra molti alti e troppi bassi, sta cercando con fatica di costruire una tradizione cinematografica interna che preveda la varietà dei generi e non trascuri le mode del momento. Le idiosincrasie della scream generation hanno colpito anche qui, come testimonia questo horror giovanile 999-9999. Non è un caso che il regista, Peter Manus, al suo esordio, sia di origini americane e abbia studiato, come molti colleghi, all'estero. Chiaramente influenzato dai vari Scream e So cosa hai fatto, ma con un occhio, oggigiorno inevitabile, al grande hit soprannaturale nipponico Ring, regia di Nakata Hideo, il film è uno slasher che appena è possibile trascolora nel fantastico e nel grottesco. Tanto sangue e omicidi per una volta genialmente inventivi sono l'unico motivo di interesse di una pellicola contenutisticamente raffazzonata, fin troppo patinata nella forma e povera di contenuti. Eppure l'incipt - una ragazza impalata su un pennone a diversi metri d'altezza dal suolo - era intrigante. Purtroppo manca la suspense, proprio come in molti degli epigoni americani, e l'ironia è di grana grossa (problema generalizzabile, questo, a gran parte del fanta-horror tailandese degli ultimi tempi). Preoccupato di mostrarci come i teen agers tailandesi abbiano le stesse pulsioni dei coetanei d'oltreoceano - chi vuole diventare vee-jay, chi astronauta, chi si accontenta di una Ferrari fiammante, chi di essere per una volta nella vita bello, magro e accettato dagli altri -, Manus si dimentica di approfondire i personaggi e di renderli accettabili e/o simpatici. E a un certo momento, distrutti dalla noia, è inevitabile non passare dalla parte del Male e sperare in una fine rapida e dolorosa dei protagonisti, curiosi solo di conoscere modi e tempi della distruzione.

 


paese: Thailandia
anno: 2002
regia: Peter Manus
sceneggiatura: Peter Manus, Nuttiya Sirakornwilai
attori: Julajak Jakapol, Sririta Jensen, Paul Talor, Thepalith Ryvin, Thitinun Kietthanakorn, Ravitch Pngwanish

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook