404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia King Maker, The (Thailandia, 2005)

King Maker, The (Thailandia, 2005)

Sunday, 27 November 2011 01:29 Stefano Locati Film - AltrAsia
Print
Tags:

king_maker_01547: Fernando De Gama, un soldato di fortuna portoghese, naufraga sulle coste dell'Asia, unico sopravvissuto a una violenta tempesta nell'oceano Indiano. Catturato da mercanti di schiavi arabi, viene portato ad Ayutthaya per essere venduto al miglior offerente. Dopo una disperata fuga, Fernando viene riscattato da Maria, fanciulla portoghese al seguito del padre, Philippe, consigliere militare del re di Siam. Il mercenario viene ben accolto nella comunità portoghese e lentamente si scopre attratto dalla ragazza. Il re dichiara però guerra ai dissidenti del nord e precetta tutti i soldati a lui fedeli, compresi contingenti giapponesi e portoghesi. La campagna è vittoriosa, ma forze oscure minacciano la sicurezza del regno. La regina manovra dietro le quinte per liberarsi del consorte e insediare sul trono il suo amante. Fernando, intanto diventato guardia personale del re insieme all'amico Tong, scopre che il padre di Maria è coinvolto negli intrighi: non è l'unica rivelazione spiacevole sull'apparentemente bonario Philippe...

The King Maker è una produzione risicata che punta soltanto a una distribuzione internazionale: non si spiegano altrimenti la pervicacia con cui vengono inseriti alla rinfusa elementi esotici (i ninja, i moschetti, le armature, lo sfarzo dei palazzi - di tutto un po') e il dispiego di nomi "di richiamo" (da John Rhys-Davies, il nano de Il signore degli anelli, a Gary Stretch, intravisto in Alexander). Il risultato è un insopportabile polpettone storico, senza arte né parte, per lo più risibile negli isterici tentativi di mimare i kolossal hollywoodiani. Le scene d'azione sono un nefasto mix della fisicità di Bang Rajan e un qualsiasi b-movie hongkonghese. L'intreccio fa acqua da tutte le parti, con una narrazione caotica e salti da far invidia a un poeta dadaista in acido. La fotografia e le scenografie sono talmente finte che sembra di assistere a una telenovela ambientata a Disneyworld. Gli attori sono spaesati, impacciati nei dialoghi, totalmente fuori parte, e per di più truccati manco si trovassero nell'impomatata Versailles del XVIII secolo. Un disastro senza scusanti che può solo sperare nella redenzione degli amanti del cattivo gusto.


paese: Thailandia
anno: 2005
regia: Lek Kitaparaporn
sceneggiatura: Sean J. Casey
attori: Gary Stretch (Fernando De Gama), John Rhys-Davies (Philippe), Cindy Burbridge (Maria), Dom Hetrakul (Tong), Yoe Hassadeevichit (regina Sudachan), Nirut Sirichanya (re Chairacha), Akara Amarttayakul (Sri Thep), Amora Purananda (Yai Jun), Chalee Trirut, Oliver Pupart

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook