404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia Song for Chao Phraya (Thailandia, 1990)

Song for Chao Phraya (Thailandia, 1990)

Tuesday, 01 November 2011 00:00 Giuseppe Sedia Film - AltrAsia
Print

song_for_chao_phraya_0Il giovane Sang e la sua famiglia sopravvivono rivendendo quintali di sabbia proveniente da Chainart ai cantieri edili sulle rive del Chao Praya. Prang, insoddisfatta della vita fluviale, chiede al marito di vendere l'abitazione-battello sulla quale vivono per ricominciare una nuova vita. Sang approda a Bangkok per un grosso affare, ma la moglie disillusa decide di abbandonarlo insieme al figlioletto e alla sorella Tubtim per tentare una carriera nel mondo dello spettacolo. Il marito, disperato, si mette sulle sue tracce e grazie all'aiuto di un tassista approda nel red light district di Pat Pang, mentre Tubtim è costretta ad accudire il nipotino in assenza dei genitori.

Le sequenze iniziali riescono a catturare con rigore documentaristico la vita brulicante e chiassosa consumata sulle acque torbide del Chao Praya, che accoglie la disperazione rassegnata di un'umanità invisibile che vive e lavora sui sampang (piccole chiatte fatiscenti). Il risultato parziale regala allo spettatore un controcampo amaro e necessario della realtà tailandese, dove la processione delle sontuose imbarcazioni reali della dinastia Chakri che sfilano sul fiume in occasione del Khati (festa annuale che celebra la fine della stagione delle piogge per i monaci in ritiro) resta un lontano ricordo.
Se il principe Chatricalerm Yukol gira con consumato stile un incipit convincente per l'ennesimo dramma suburbano, evitando le insidie del folclore visivo da esportazione festivaliera, l'inseguimento sentimentale sulla terraferma di Sang, interpretato da Chatchai Plengpanich (scritturato dal regista anche per il kolossal epico Suriyothai), diventa dopo trenta minuti dramedy convenzionale, con il fin troppo scontato ritorno all'ordine familiare nel finale; mentre la tematica della violenza sessuale, appena accennata dai tentativi di stupro di Sang ubriaco nei confronti della quindicenne Tubtim, non riesce mai a bucare realmente la superficie dello schermo. Nominato al Singapore Film Festival (1990).


paese: Thailandia
anno: 1990
regia: Chatrichalerm Yukol
sceneggiatura: Chatrichalerm Yukol, Anusorn Yukoi
attori: Chatchai Plengpanich (Sang), Passorn Boonyakiart (Prang), Pattamawan Kaomoolkadee (Tubtim)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook