404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia Tears of the Black Tiger / Le lacrime della tigre nera (Thailandia, 2000)

Tears of the Black Tiger / Le lacrime della tigre nera (Thailandia, 2000)

Tuesday, 01 November 2011 00:00 Matteo Di Giulio Film - AltrAsia
Print

tears_of_the_black_tiger_0Le lacrime della trigre nera, opera prima di Wisit Sartsanatieng (già co-sceneggiatore di Nang Nak di Nonzee Nimibutr, che nella circostanza produce), è un banco di prova importante per tastare la predisposizione al gusto orientale. E' stato il primo film tailandese selezionato al festival di Cannes e il primo a giungere sui grandi schermi di tutta Europa, ricevendo critiche generose. Un melodramma imperfetto, umorale, sovraccarico - penalizzato da noi da un doppiaggio poco ispirato -, che riassume in poco meno di due ore tutti gli stereotipi del genere.

Non si tratta però di un'operazione di sintesi, bensì di un'esaltazione, prima di tutto cromatica e stilistica, che ha nell'ironia l'arma principale. Questo strano incrocio tra western, mélo e noir non appassiona certo per la storia, obsoleta, ma per la messa in scena, barocca e sontuosa, che incosciamente annichilisce e ammalia. Una sorta di liberazione formale (i contrasti di colore, i fondali dipinti a mano, la recitazione sopra le righe, il sangue che scorre copioso) che prova a fondere l'estetica di video-clip, soap operas e fumetti, sposando un'idea di cinema come kitsch-art.


paese: Thailandia
anno: 2000
regia: Wisit Sartsanatieng
sceneggiatura: Wisit Sartsanatieng
attori: Chartchai Ngamsan (Black Tiger), Suwinit Panjamawat (Dum), Stella Malucchi (Rumpoey), Supakorn Kitsuwon (Mahesuan), Arawat Ruangvuth (Kumjorn)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook