404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film AltrAsia Tigress of King River, The (Thailandia, 2002)

Tigress of King River, The (Thailandia, 2002)

Tuesday, 01 November 2011 00:00 Matteo Di Giulio Film - AltrAsia
Print

tigress_of_king_river_0The Tigress of King River è un mix molto particolare di fanta-horror e avventura, tra foreste, cacciatori incalliti e spiriti tigre ansiosi di vendicare i torti subìti un secolo prima durante la guerra. Storia facilmente riassumibile: perso il fresco sposo, ucciso in un'imboscata dai nemici, e morta dopo essere stata vittima di un tentativo di stupro, una donna si reincarna in una tigre e vaga all'infinito, insieme all'elefante da guerra dell'amato defunto, nella foresta presso il fiume King. Un gruppo di cacciatori, capitanato dalla figlia mezzosangue figlia del capo-villaggio, tra cui un disertore dell'esercito inglese e un ex monaco, si mette sulle tracce dell'animale, deciso a mettere fine alla maledizione.

Bhandit Rittakol (The Moon Hunter) torna con un film maggiormente disimpegnato, leggero, esattamente a metà tra Indiana Jones - il look del soldato bianco non casuale - e le superstizioni fantastiche locali a base di demoni e bestie feroci (Demonic Beauty di Bin Banluerit, Mae Bia di Somching Srisuparp). Più curioso che realmente avvincente, è un'affascinante incursione tra effetti speciali raffazzonati (la tigre, a volte in fotomontaggio, a volte in digitale, il più delle volte evidentemente fittizia), recitazione abbozzata e discrete scene d'azione. Rittakol lavora bene sull'identità del gruppo che si sfalda ma non maneggia a dovere gli aspetti inquietanti dell'opera (i guerrieri del passato dal look zombesco, l'elefante fantasma, la donna tigre e le sue metamorfosi), preferendo sottolineare, con scarso senso della misura, le svolte drammatiche e i ripetuti cambi di fronte dei personaggi. La sceneggiatura lacunosa costringe lo spettatore a voli pindarici per adattarsi ai continui salti e alle incongruenze tra antefatto, svolgimento e colpi di scena prima della chiusura. Ciononostante, e parlando senza timore di smentita di un prodotto commerciale di livello medio, il ritmo tiene quel tanto che basta e le splendide location affascinano.


paese: Thailandia
anno: 2002
regia: Bhandit Rittakol
sceneggiatura: Bhandit Rittakol
attori: Panu Suwanno, Sunissa Brown, Jo Scott Shepherd, Prangthong Changtham

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook