404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Cina All Apologies (2012)

All Apologies (2012)

Sunday, 27 January 2013 17:52 Stefano Locati Film - Cina
Print

all_apologies_0Regista indipendente, Emily Tang trova nel suo terzo lungometraggio un equilibrio dopo l'artefatto Conjugation (2001) e il cerebrale Perfect Life (2008), raccontando una storia periferica e durissima sulla situazione della donna nella Cina neanche troppo rurale. Accordandondosi a uno stile più strettamente narrativo, con una fotografia contrastata e una colonna sonora ingentilita, in All Apologies riesce a far intravvedere una rabbia lieve, che non ha bisogno di declamare la propria avversità o di urlare giudizi morali didascalici.

Guilin, provincia del Guangxi, Cina odierna: Cheng  Yonggui riesce a iscrivere il figlioletto nella migliore scuola elementare della zona, dopodichè si assenta per un lavoro in un cantiere nel Guangdong. A casa, la moglie Yunzhen deve lottare per irregimentare il figlioletto indisponente perché vada a scuola. Un giorno il bambino chiede un passaggio per tornare a casa a un loro vicino, He Man, che disgraziatamente ha un incidente. Nell'impatto il bambino muore, mentre l'uomo rimane ferito alle gambe. Yunzhen è distrutta, anche perché non può più rimanere incinta. La moglie di He Man, Li Qiaoyu, si sente in colpa e vuole raccimolare del denaro per compensare almeno parzialmente la perdita, ma pur vendendo tutti i suoi averi recupera solo una miseria. Dopo aver visitato in ospedale il responsabile della morte del figlio, Cheng Yonggui si ubriaca e va a visitare Li Qiaoyu, con un piano ben preciso per farsi risarcire.
Sfiorando la questione del figlio unico e del controllo delle nascite, Tang si concentra in realtà sullo strano scambio che avviene tra un padre arroccato nel suo livore e una donna stritolata dai sensi di colpa, eppure innocente, in cui una situazione complessa non è risolta dalle norme sociali (la compensazione richiesta dal capo villaggio), ma in forma privata, tramite sopruso e una violenza che straborda in vendetta feudale. La loro fuga ha un sapore tragico, a cui lei si abbandona nel tentativo di riparare alla distrazione di He Man, quasi la funzione di una moglie sia farsi carico fisicamente, con la propria libertà, delle colpe dell'uomo - capace in questo modo di mantenere l'illusione di onore e rispettabilità sociale. All Apologies compone un ritratto doloroso e spietato, ma mai pietistico, della condizione di sudditanza femminile, evitando tagli manichei o prese di posizione anacronistiche rispetto alla società descritta. Il dramma di Li Qiaoyu è controbilanciato dalla sua forza, che supera quella di entrambi gli uomini, l'uno perso in un dolore aggressivo e cieco, l'altro improvvisamente conscio di essere ferito nell'orgoglio. Rimangono alcune sbavature drammatiche, ma nel complesso All Apologies riesce a coinvolgere tramite la semplice descrizione dei rapporti di forza sociali, e delle loro conseguenze, senza volontà di appesantire con una lettura dichiaratamente orientata.


paese: Cina
anno: 2012
regia: Emily Tang (Tang Xiaobai)
sceneggiatura: Emily Tang, Han Jie, Dong Fang
attori: Cheng Taishen (Cheng Yonggui), Yang Shuting (Li Qiaoyu), Liang Jing (Yunzhen), Gao Jin (He Man), Qu Yi (Dazhuang), Ge Ge




sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook