404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Cina East Palace West Palace (1996)

East Palace West Palace (1996)

Monday, 16 September 2013 08:36 Eleonora Fanile Film - Cina
Print

east_palace_west_palace_0aSfidando senza mezzi termini censura e autorità cinesi, Zhang Yuan compone un film intenso, ricco di ambiguità e sfumature che, attraverso i racconti del protagonista, confondono e attraggono lo spettatore, lasciandolo fino alla fine in sospeso tra immaginazione e realtà.

Protagonisti sono Ah-Lan, giovane scrittore gay frequentatore del parco della Città Proibita (Behind the Forbidden City è un altro titolo con cui è conosciuto il film) e Xiaoshi, poliziotto incaricato di tenere sotto controllo il parco ed eventualmente perseguire gli omosessuali trovati in atteggiamenti intimi. Ah-Lan, al contrario di tutti gli altri, non si lascia intimidire dall’autorità di Xiaoshi e, attraverso un incalzante gioco di seduzione, stravolge e capovolge la natura del loro rapporto fino a prendere in mano le redini del gioco. Il film, ambientato per lo più nell’angusta stazione di polizia all’interno del parco, è costellato di flashback tanto rapidi quanto intensi attraverso cui Ah-Lan narra di sé e del proprio passato. La veridicità dei suoi racconti è annebbiata dall’introduzione di elementi surreali, come i frequenti rimandi all’Opera di Pechino che riportano alla mente il celebre Addio mia concubina (1993) di Chen Kaige.
La sessualità polimorfa di Ah-Lan, così variegata e indefinibile, si oppone a tutti quegli schemi che, nella nostra epoca, sembrano essere necessari nella classificazione della natura umana. Il poliziotto si scopre molto più vulnerabile del suo “prigioniero”, dal quale si lascia trascinare in un incontrollabile vortice di desiderio e repulsione che non gli lascerà scampo. Conoscendo poi il vissuto di Zhang Yuan e le sue peripezie con la censura (il montaggio del film ad esempio è stato completato in Francia), non è difficile trovare una corrispondenza tra il regista e il giovane Ah-Lan: entrambi artisti, entrambi osteggiati dalle autorità, essi cercano, l’uno con il cinema, l’altro con la fluidità dei suoi racconti, di dare voce ai loro pensieri in un paese in cui l’assenza di libertà d’espressione tenta di spegnere ogni stella nascente.


paese: Cina
anno: 1996
regia: Zhang Yuan
sceneggiatura: Zhang Yuan, Wang Xiaobo
attori: Hu Jun, Han Si, Ye Jing, Vicki Zhao




sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook