404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Cina Baober in Love (2004)

Baober in Love (2004)

Friday, 28 January 2011 00:53 Valentina Verrocchio Film - Cina
Print

baober_in_love_0C´è un tizio sposato e belloccio che ha fatto una videocassetta molto improbabile in cui racconta se stesso come in un rotocalco femminile. C´è Baober, una specie di ragazzetta sguisciante e mezza vagabonda che trova la cassetta, se la guarda (con la cinepresa che le ondeggia intorno sghemba e frusciante), e poi come se niente fosse insegue lo sposato piroettando qua e là tra le centinaia di migliaia di abitanti di Beijing.

Sempre come se niente fosse, i due rincorrendosi in un succedersi di architetture di cementi, metalli e vernici dai colori elettrici (come si usava venti anni fa a New York), finiscono con l´avere un divertente strofinio in una specie di alcova, tra palloncini e plastiche non riciclabili ma cangianti, dopo il quale, con la massima disinvoltura, si installano in una ex fabbrica che in men che non si dica trasformano in efficientissimo loft di lusso, con schermi piatti e tubature a vista (come si usava venti anni fa a Parigi). La ragazzetta mostra ben presto di volere attenzioni da micetta spelacchiata. Il ragazzo non è in grado di dargliene, anche perché non è che un abbozzo di personaggio, e la cinepresa allora indugia sulla confusione mentale della regista, riprendendo sfasci e demolizioni di quartieri popolari e salvando solo un piccolo poster della rivoluzione culturale, come a dire che, almeno, il regime comunista era una sicurezza e ora è tutto ciò che resta dell´infanzia traumatizzata di Baober (ma traumatizzata da che? Tra parentesi: fortunata Baober che nella Cina arrivista e spietata di oggi trova al primo colpo un allocco che lascia la moglie e la mantiene senza buttarla a calci sul marciapiede!). Non è ancora abbastanza, il film deve durare un altro po': ecco allora un inserto inconcludente con un ragazzo in sedia a rotelle, e una gravidanza da ricatto morale (pellicola con velleità postmoderne ma mezzucci tipici da trasgressioni retrograde). Questo ridicolo condensato di luoghi comuni del cattivo gusto e di chi non ha nulla da dire e si affida a presunte originalità, è stato girato da una regista, una donnina mainlander alla quale evidentemente si è data troppa importanza, fenomeno diffuso nella Cina continentale di oggi. Pacchiane e pastrocchiate le ambientazioni urbane. Completamente gratuite le secchiate di effetti in computer grafica da arricchiti dell´ultim'ora. Disgustose le faccette e i movimenti della sciacquetta rachitica messa a fare l´attrice. Baober in Love è un film perdibilissimo e veramente molto molto molto brutto. (Giugno 2004)

 


paese: Cina
anno: 2004
regia: Li Shaohong
sceneggiatura: Li Shaohong, Zheng Zhong, Wang Yao
attori: Zhou Xun (Baober), Huang Jue(Liu Zhi), Chen Kun (Maomao), Liao Fan, Wang Peiyi

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook