Dong (2006)

dong_0Jia Zhang-ke segue, in questo documentario, il lavoro del pittore Liu Xiao-dong nella realizzazione di un grande polittico a olio intitolato Hot Bed. Nella prima parte l'artista giunge a Fengjie, il villaggio cinese che sta per essere rottamato, per fare posto alla diga delle Tre Gole, la più grande costruzione mai realizzata in Cina dopo la Grande Muraglia. Dodici operai, addetti allo smantellamento dei vecchi edifici, vengono scelti come modelli per i dipinti.

Lavorando a stretto contatto con loro, il pittore, e con lui il regista, si lascia coinvolgere da quella realtà in divenire. Questa prima parte ha costituito lo spunto per il film Still Life. Alcune situazioni e ambienti delle due pellicole coincidono. Rispetto al film, il documentario sembra più incentrato sul paesaggio umano. La seconda parte vede Liu Xiao-dong a Bangkok, al lavoro per un altro Hot Bed. A far da modelle sono dodici donne, spossate dal caldo tropicale. Durante le pause cantano e si divertono.
Dong rappresenta una vera e propria azione artistica combinata del regista Jia Zhang-ke e del pittore Liu Xiao-dong. Quest'ultimo è un artista affermato che ritrae la società cinese, cogliendone le grandi trasformazioni che sta attraversando. Soggetti dei suoi quadri sono le persone umili e i giovani che non hanno conosciuto la Rivoluzione Culturale, colti nei loro momenti di vita quotidiana. E' molto vicino, non solo per le tematiche trattate, ai registi dissidenti della sesta generazione, emersa dopo gli eventi di piazza Tiananmen, di cui Jia è esponente di spicco. Ha interpretato il ruolo del protagonista in The Days, di Wang Xiaoshuai, e ha collaborato, nel ruolo di production designer, con Zhang Yuan per Bastardi a Pechino.
Bangkok e Fengjie, gli ambienti dei quadri e del film, sono due città asiatiche molto lontane, accomunate soltanto dall'essere attraversate da un grande fiume, a simboleggiare il lento scorrere della vita. Gli uomini della prima condividono, con le donne della seconda, modi di vivere e di pensare. Jia, con pochi elementi, così come il lavoro di Liu con i suoi schizzi, ha colto l'essenza dell'Asia. "Dong", in mandarino, significa appunto Oriente. E' anche il nome, però, del personaggio interpretato da Liu Xiao-dong in The Days.

 


paese: Cina
anno: 2006
regia: Jia Zhang-ke
sceneggiatura: Jia Zhang-ke
attori: Liu Xiao-dong