404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Cina Sword Identity, The (2011)

Sword Identity, The (2011)

Tuesday, 04 October 2011 09:24 Emanuele Sacchi Film - Cina
Print
Tags:

sword_identity_0Epoca della dinastia Ming. A Guancheng il maestro di spada Liang Henlu si presenta di fronte alle Quattro Scuole di arti marziali per chiedere di poter aprire la propria. Oltre a rifiutare la richiesta, i quattro maestri scatenano una caccia all'uomo contro Henlu, accusandolo di essere un pirata giapponese.

Un film coraggioso quello di Xu Haofeng, a maggior ragione considerando che si tratta di un debutto. Sostanzialmente trasporre in immagini - e con un budget evidentemente risicato - lo scontro di differenti filosofie di arti marziali (e quindi di vita) non è operazione semplice. Haofeng la conduce privilegiando un approccio originale in cui lo spettatore, anziché essere appagato da ricchi premi e cotillon in cgi, viene per così dire reso edotto sul rigore di discipline contrapposte di arti marziali. Il legame che unisce la foggia della spada di Liang Henlu - così simile a una katana nipponica - alla persecuzione ai suoi danni da parte dei maestri di Guancheng risulta spunto affascinante quanto destinato all'inevitabile incomprensione dei più: solo un esempio di un intreccio fortemente involuto, nonché gravato dalle troppe ellissi narrative e passaggi resi impliciti. Così come il più curioso degli showdown wuxia a cui si sia assistito in tempi recenti: un duello che assomiglia più a una lezione di danza che a una resa dei conti. Ma se nelle sequenze action Haofeng sembra non voler accontentare altri che se stesso, è altrove che, sbagliando, il regista cerca goffamente di alleggerire la materia, con inserti slapstick degni del peggior wuxia coreano (il che non è un complimento) o personaggi giustapposti e fuori contesto come il quartetto di (pseudo-)provocanti (pseudo-)zingare.
Di questi tempi basta poco per essere annunciati come dei messia e Xu Haofeng, forte della sceneggiatura dell’imminente The Grandmasters di Wong Kar-wai, non fa eccezione. Negare l’unicità di The Sword Identity sarebbe un errore, tanta è la dedizione all’ortodossia storica, perseguita anche a scapito della coerenza narrativa. Ma sarebbe altresì miope negare le innumerevoli ingenuità di un’opera che avrebbe richiesto tutt’altra personalità dietro la macchina da presa.


paese: Cina
anno: 2011
regia: Xu Haofeng
sceneggiatura: Xu Haofeng
attori: Yu Chenghui, Song Yang, Zhao Yuanyuan, Ma Jun



Dim lights Embed Embed this video on your site

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook