404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Howling (2012)

Howling (2012)

Friday, 06 July 2012 00:30 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

howling_0Partendo dal romanzo della scrittrice di mystery giapponese Asa Nonami (The Hunter, originariamente pubblicato nel 1996), Yoo Ha torna alle atmosfere plumbee di A Dirty Carnival (2004), mettendo questa volta in scena il sessismo e la disperata misoginia della società coreana. Facendo procedere in parallelo le indagini su una serie di misteriosi omicidi perpetrati da un cane/lupo e i soprusi che la protagonista continua a subire sul posto di lavoro, Yoo riesce a gestire anche le parti emotivamente più forti, a differenza che nel precedente, incerto e urlato A Frozen Flower (2008).

Cha Eun-yeong è una poliziotta appena trasferita alla squadra omicidi. Come compagno le viene assegnato il detective Jo Sang-gil, esperto e taciturno. Insieme devono risolvere quello che solo in apparenza è un incidente mortale per autocombustione, e che si rivela come il primo tassello di un complicato piano di vendetta. Oltre ai rompicapi posti dagli efferati delitti, Cha deve anche guardarsi dal mobbing operato in centrale, dove ufficiali e semplici poliziotti la trattano come un soprammobile adatto solo a preparare il caffé e stilare verbali. Lei è però decisa a dimostrare la fondatezza delle sue intuizioni - senza lasciarsi sfiduciare.
Howling racconta di disparità, disperazione e tenacia: il primo dato a impressionare è che una storia del genere, scritta oltre quindici anni fa, sia ancora attuale e non sia percepita come anacronistica, anzi facilmente trasponibile in un paese altro, segno di quanto ancora nella società coreana operi una divisione netta tra i compiti cui le donne sarebbero più o meno portate. Il secondo è il parallelismo che da subito si instaura tra la detective e l'incrocio di lupo e cane che compie gli assassinii, fino alla liberatoria e dolorosa corsa nel finale. Cha Eun-yeong e il lupo sono paria, respinti dalle rispettive società, ben decisi a non lasciarsi cancellare, e nella loro perenne rincorsa a distanza, nella notte, sta tutta la purezza del gesto di ribellione che rifiuta il compromesso. Una caratteristica espressa alla perfezione dal volto teso e serio di Lee Na-young, passata da commedie romantiche come ...ing (2003) e Someone Special (2004) a ruoli più complessi come in Maundy Thursday/Our Happy Time (2006) e Dream (2008); la sua presenza sicura, eppure fragile, perché respinta dal mondo che le ruota intorno, oscura quasi la solita prova impeccabile di Song Kang-ho, poliziotto navigato che dall'iniziale diffidenza, venata di conformismo, arriva ad accettare la presenza della collega. Yoo Ha riesce a mantenere le basi del giallo procedurale pur innestandovi un'analisi sociale, senza tradire le regole del genere, e se anche alla seconda parte avrebbe giovato un montaggio più snello, il finale amaro è in grado di chiudere la storia senza ricorso a salti nell'happy ending forzato.


paese: Corea del Sud
anno: 2012
regia: Yoo Ha
sceneggiatura: Yoo Ha
attori: Lee Na-young (Cha Eun-yeong), Song Kang-ho (Jo Sang-gil), Sin Jeong-geun, Lee Sung-min, Lim Hyeon-seong, Jeong Jin, Jang In-ho, Jo Yeong-jin, Nam Bo-ra, Kwon Tae-won



Dim lights Embed Embed this video on your site


sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook