404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Addicted (2002)

Addicted (2002)

Friday, 14 January 2011 16:47 Matteo Di Giulio Film - Corea del Sud
Print

addicted_0Il percorso di Addicted prevede Pisces di Kim Hyung-tae, 2000, di cui riprende la malsana patina del dramma familiare con forti venature da thriller. Con il precedente modello condivide la bellissima protagonista Lee Mi-yeon, qui più matura e costretta a condividere la scena con il nervoso cipiglio del giovane Lee Byung-hun (Joint Security Area, Bungee Jumping of Their Own). Nella finzione interpretano rispettivamente moglie del fratello di lui e cognato geloso della felicità della coppia.

Un'infelicità e una frustrazione ben celate, e portate alla luce solo nel tragico finale, molto dopo il duplice incidente stradale che ha rischiato di uccidere entrambi i fratelli. Il sopravvissuto prende il posto del defunto, anche nel talamo nuziale, spacciandosi fraudolentemente per lui, e costringendo la neo-vedova a vivere in un clima di terrore e lucida follia. L'accettazione dell'estraneo, cui non potrà però mai ripetere il «ti amo» che prima era abituata a elargire senza parsimonia, porta la donna sull'orlo del baratro: al di là del quale c'è la solitudine, forse ancora più inaccettabile.
Sufficientemente lungo, Addicted soffre di una struttura a tratti farraginosa, che risente dell'estrema lentezza della regia del debuttante Park Young-hoon. Uno che si è formato professionalmente barcamenandosi tra testi universitari, cortometraggi studenteschi e video-clip pubblicitari: le sue influenze si vedono tutte, e il portamento pacato del suo stile denuncia chiaramente ambizioni autoriali ancora fuori portata. Proprio come accadeva per il succitato Pisces, la pellicola non sa decidere bene quale strada prendere - se svaccare nel thriller straordinario o se continuare sui binari dello psycho-drama a tesi - e finisce per non coinvolgere troppo. Un film profondamente disarmonico, seppure nobilitato da un bello sprint finale. Troupe di lusso grazie alla presenza dell'apprezzato direttore della fotografia Kim Byung-il (Sympathy for Mr. Vengeance e tanti documentari) e del direttore delle luci Lee Kang-san (Musa: the Warrior; One Fine Spring Day).

 


paese: Corea del Sud
anno: 2002
regia: Park Young-hoon
sceneggiatura: Byun Won-mi, Song Min-ho
attori: Lee Byung-hun (Dae-jin), Lee Mi-yeon (Eun-soo)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook