404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Affair, An (1998)

Affair, An (1998)

Friday, 14 January 2011 16:50 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

affair_0Su-hyun, schiava della sua ordinaria e triplice vita di figlia (il padre ammalato), moglie (il marito architetto, perennemente assente) e madre (ha un figlio di 10 anni), si trova a dover aiutare il fidanzato della sorella - negli Stati Uniti per lavoro - nella ricerca di casa e mobilio, in vista dell'imminente matrimonio. U-in, più giovane di lei, eppure con una vita ben più intensa alle spalle, entra nella sua esistenza con la forza dei silenzi e di uno sguardo enigmatico. Prima in punta di piedi, poi sempre più drammaticamente, tra loro nascerà l'amore.

Una storia fragile, risicata, fatta di pochi dialoghi, pochi luoghi ricorrenti, pochi personaggi - se non ai margini, quasi un altro mondo. E J-young, al suo esordio nel lungometraggio, gioca per sottrazione, puntando tutto sulla raffinatezza delle interpretazioni e l'eleganza degli ambienti. Nonostante l'impegno profuso, non può che risultarne una pellicola difficilmente giustificabile nelle velleità intellettuali, pretenzioso, distaccata sul versante dei sentimenti - che tiene le emozioni in vista, ma lontane, quasi abbia paura di abbandonarvisi. Certo non mancano le intuizioni vincenti, sia sul piano tecnico (di particolare importanza i suoni, o la loro assenza) che narrativo (la festa dai parenti del marito, dove nessuno nota la fuga-e-ritorno di Su-hyun); ad essere assente è semmai il coraggio di una visione più personale. Non c'è empatia con i protagonisti, che rimangono - seppur sovraesposti - figure sfocate e anonime, semplici volti sofferenti. Beninteso, nulla a che vedere con deficienze attoriali. Lee Mi-sook conferma le doti drammatiche - il suo dolore quasi percepibile. Lee Jeong-jae, espressione simpatica e corruciata al contempo, continua la sua ascesa (è dall'esordio nel 1994 con The Young Man che riscuote consensi, e non pare aver sbagliato un colpo, da City of the Rising Sun ai più recenti Last Witness o Over the Rainbow). Piccola parte per la debuttante Kim Min, destinata alla spola tra Hong Kong (The Accidental Spy) e Giappone (Go).

 


paese: Corea del Sud
anno: 1998
regia: E J-young
sceneggiatura: E J-young
attori: Lee Mi-sook (Su-hyun), Lee Jeong-jae (U-in), Kim Min

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook