404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Art Museum by the Zoo (1998)

Art Museum by the Zoo (1998)

Friday, 14 January 2011 17:08 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

art_museum_by_zoo_0Chul-soo è in licenza dal militare e decide di andare a trovare la fidanzata; sfortuna vuole che l'appartamento sia vuoto, e per farle una sorpresa, oltre a pagare l'affitto a un'insistente proprietaria, lo rassetta di tutto punto. Invece che la donna di cui è innamorato, si trova però di fronte Chun-hi, tecnica video che gira filmini di matrimonio su commissione.

La fidanzata di Chul-soo ha infatti lasciato l'appartamento tempo addietro, per sposarsi con un altro uomo. Suo malgrado Chun-hi - innamorata a sua volta di un uomo più anziano che vede nel palazzo in cui si tengono i matrimoni, ma cui non ha il coraggio di rivolgere la parola - sarà costretta a ospitare il ragazzo, che non ha altro posto dove andare. La difficile convivenza si trasforma presto in una sfida, quando Chul-soo scopre che lei sta scrivendo una sceneggiatura per partecipare a un concorso; ne inizieranno una nuova a quattro mani...
Esordio per la regista Lee Jeong-hyang, ormai assurta a vero e proprio caso nazionale grazie allo straordinario successo di The Way Home; ci si trova qui di fronte un film all'apparenza banale - a prima vista la solita relazione che da odio e indifferenza trascolora in amore - eppure, quasi suo malgrado, immensamente piacevole. Sarà forse la leggerezza di sguardo, quella capacità di avvicinarsi con ironia e sottile distacco alle tragicomiche prove dell'esistenza, o piuttosto la predilezione per i piccoli e salienti particolari in grado di cambiare volto a un evento, o infine la cura e persino l'amore con cui sono trattati i personaggi; fatto sta che Art Museum by the Zoo ha il sapore dolceamaro della vita vista da un mondo di fiaba, quasi il sogno ne faccia parte in maniera costante e consapevole. In questo senso l'abusato cliché del racconto nel racconto (vediamo su schermo ciò che i due protagonisti pensano per la loro sceneggiatura), assume nuova forza; si tratta di una inconsapevole storia d'amore tra il custode di uno zoo (il sempre bravissimo Ahn Sung-ki) e la curatrice di un museo d'arte (Song Seon-Mi), stessi attori nelle parti dell'amato di Chun-hi (interpretata da Shim Eun-Ha, divenuta una star grazie a Christmas in August) e dell'ex di Chul-soo ( che ha il volto del qui esordiente Lee Sung-Jae).
Una storia semplice, nessuno sconvolgimento a vettura già avviata, per una narrazione circolare e colma di rimandi; ne risulta un film imperfetto ma gradevole.

 


paese: Corea del Sud
anno: 1998
regia: Lee Jeong-hyang
sceneggiatura: Lee Jeong-hyang, Kim Jin, Lee Taek-yong
attori: Shim Eun-ha (Chun-hi), Lee Sung-jae (Chul-soo), Song Seon-mi, Ahn Sung-ki, Kim Kwang-Il, Kim Seon-hwa, Ahn Jun-mo, Lee Sang-jin, Ryu Sung-su

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook