404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Barking Dogs Never Bite (2000)

Barking Dogs Never Bite (2000)

Wednesday, 19 January 2011 23:47 Valentina Verrocchio Film - Corea del Sud
Print

barking_dogs_0Yoon-ju dovrebbe e vorrebbe essere un professore universitario, ma invece giace nullafacente, giorno dopo giorno, bloccato dal non avere i soldi per comprarsi la raccomandazione presso il rettore della facoltà. Praticamente vive alle spalle della moglie Eun-sil, la quale un po' perché incinta, un po' perché più grande di Yoon-ju di due anni e un po' naturalmente anche perché è l'unica a portare soldi a casa, si permette ogni genere di capriccio, trattando il marito come una specie di schiavo-donna delle pulizie. Yoon-ju, naturalmente esasperato, se la prende con i cagnolini dal pedegree nobile del vicinato. Un giorno decide di ammazzarne uno, non esattamente con i risultati sperati. Poco tempo dopo ci riprova, ma con un altro cane, e viene visto da Hyun-nam, che sul tetto di un palazzo vicino gioca annoiata con un binocolo insieme all'amica cicciona Jang-mi. La ragazza prova a inseguirlo, più che altro perché sogna di attirare l'attenzione di qualche telegiornale locale acciuffando un criminale e finendo così in tv. Ma le va male, anche se il destino prepara ai due un nuovo incontro, mostrando che la vita riserva rovesci di medaglia insospettabili.

Con un umorismo freddino e perfettamente calcolato in modo da imbastire una morale dell'aria fritta modellata su misura per i trentenni di oggi, tra ingiustizie, sensi di colpa, menefreghismo e pigrizie, e con uno stile che più che coreano sembra molto quello delle commediole giapponesi, simpatiche carine e originali, ma inconsistenti, Barking Dogs Never Bite è forse confezionato bene, con grande cura cromatica e una buona recitazione da parte di tutti: però purtroppo è noioso, noioso all'inverosimile, con delle digressioni lunghissime che non portano da nessuna parte (il racconto del guardiano nello scantinato, per esempio, a cosa serve?), e che rallentano soltanto l'inevitabile rivelarsi di una trama inconsistente, che fino all'ultimo sembra voler dimostrare qualcosa, per poi invece non avere il più emerito nulla da dire, da raccontare, da argomentare. Vacui sentimenti aleggianti qua e là (una carezza della cicciona all'amica addormentata, un tempestoso sfogo della moglie di Yoon-Ju) e vaghe accuse più o meno velate e più o meno esplicite alla società contemporanea coreana (qualcuno dice chiaramente a un certo punto: "nessuno rispetta le leggi in questo paese", e in un altro punto si intuisce cosa capiti alle donne incinte che lavorano) non salvano questo film dal brancolare nell'inutilità più totale travestita da pellicola artistica, con tanto di colonna sonora jazz. Il bello è che Barking Dogs Never Bite è piaciuto in giro per festival, confermando ancora una volta l'ipotesi che la critica da festival deve avere un che di pervicacemente allocco, oppure vuole ostinarsi a dare una chance a tutti i film che passano sottomano, ovviamente non capendoci più niente - causa saturazione - e perdendo la ragione.
Insomma, Barking Dogs Never Bite è un debutto forse per qualcuno guardabile, ma non buono. E per di più lascia con la sensazione di aver perso del tempo, a guardarlo.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2000
regia: Bong Joon-ho
sceneggiatura: Bong Joon-ho, Song Tae-Woon, Song Ji-ho
attori: Lee Sung-jae (Yoon-ju), Bae Du-na (Hyun-nam)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook