404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Dream of a Warrior (2001)

Dream of a Warrior (2001)

Thursday, 20 January 2011 12:27 Matteo Di Giulio Film - Corea del Sud
Print

dream_of_a_warrior_0Dopo Cecilia Cheung per Failan, un'altra star hongkonghese, Leon Lai, gioca la carta della partecipazione a un blockbuster coreano. A Leon è andata molto peggio della collega: si ritrova in un fumettone hi-tech molto ambizioso, tra guerrieri virtuali, amori impossibili e spadaccini gloriosi. Dream of a Warrior è un ibrido di sensazioni opposte, parte come thriller sci-fi, vira verso il cappa e spada fantasy e si chiude come mélo immortale. Se in altre circostanze la contingenza di umori differenti aveva convinto, qui purtroppo storia, personaggi e regia sono deficitari.

Un pasticcio che non riesce a tener vivo il poco interesse che un soggetto sbrigativo aveva comunque destato. Siamo nel futuro: Sung-jin è un poliziotto coraggioso a cui i superiori chiedono di sottoporsi a un esperimento - in pratica un viaggio nel tempo - per ritrovare la figlia di un magnate scomparsa misteriosamente. La donna è la protagonista dei sogni dell'uomo, che scoprirà di essere stato sempre al suo fianco nella sua vita precedente come cavalier servente (lei è la principessa di un regno in crisi, Dilmoon, in procinto di essere attaccato dai ribelli Paxtus). Paradossi spazio-temporali e libertà narrative non sono che una scusa per mascherare la sostanziale incapacità del regista Park Hee-joon, che trova il modo di buttare al vento quasi tre miliardi di won senza rimorsi. Dream of a Warrior è uno spot lungo 84 minuti, un videoclip interminabile che appassiona per la prima mezz'ora e poi si perde nei meandri di una filosofia spicciola, tra incomprensioni ingiustificate e un uso criminale del non detto. I combattimenti, numerosi, sono interessanti, e i personaggi, la cui psicologia è inesistente, una volta tanto non sembrano appiccicati ai fondali digitali (la ricostruzione degli ambienti è impressionante). Attori fuori parte - i volti migliori sono inspiegabilmente lasciati in secondo piano -, sceneggiatura piena di buchi e scarso senso della misura dovrebbero sconsigliare anche intrepidi e masochisti.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2001
regia: Park Hee-joon
sceneggiatura: Park Hee-joon
attori: Leon Lai (Sung-jin), Lee Na-young (Shosho), Park Eun-hye (Nam-hong), Yoon Tae-young, Kim Ji-moo (Martin)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook