404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Host, The (2006)

Host, The (2006)

Friday, 21 January 2011 04:23 Leung Wing-Fai Film - Corea del Sud
Print

host_0The Host ha dominato il box office sud coreano nel 2006. E' facile capire il perché: un mostro marino che tiene in ostaggio un paio di bambini, ferocemente inseguito da un'ansiosa, eccentrica famiglia; ha valori produttivi elevati, garantendo il meglio dell'industria del mostruoso hollywoodiana (effetti speciali di qualità) e del Gaippone (il mostro Godzilla-style e l'essenziale famiglia in pericolo). Hyun-seo, una ragazzina caruccia ma determinata, e un bambino sono gli unici sopravvissuti tra gli umani rapiti dal mostro, tenuti prigionieri nella labirintica rete fognaria lungo il fiume Han che attraversa Seoul.

Il film ha vinto quattro premi su dieci all'edizione inaugurale degli Asian Film Awards tenutisi a Hong Kong nel marzo del 2007. Gli effetti speciali, creati dalla compagnia The Orphanage, che ha base negli Usa, hanno vinto il premio per i migliori effetti visivi. E Song Kang-ho merita sicuramente il premio per il miglior attore nel ruolo di Gang-du, il padre distratto e apparentemente tardo di Hyun-seo. Anche se i blockbuster asiatici degli ultimi anni (si pensi ad esempio a Hero) avevano già usato cgi per spettacolarizzare l'azione, l'utilizzo di tali effetti in un film di mostri di questa portata è una mossa intelligente, dato che The Host punta anche allo spesso dimenticato pubblico di famiglie.
In ogni caso c'è ben più di un film per famiglie che si aggira dietro la facciata da blockbuster. La creatura è il risultato di una mutazione causata dai militari statunitensi, che versano rifiuti tossici nel fiume Han. E il neanche troppo nascosto sentimento anti-americano si inasprisce nel corso del film: il governo coreano spinge la popolazione a credere che il paese sia sull'orlo di un disastro ambientale. Mentre si scatena il panico, uno scienziato americano svela a Gang-du che in realtà non c'è alcun rischio. I cosiddetti esperti in medicina continuano comunque a voler lobotomizzare il protagonista, nonostante tutto quello che lui dice. E' materiale forte. La pellicola non è andata bene quanto sperato nei mercati occidentali (2 milioni di dollari negli Usa, 250 mila sterline in Inghilterra), forse per il messaggio subliminale anti-governativo, anti-militarista, anti-occidentale. The Host certo non spalanca nuovi orizzonti, ma è strutturalmente solido e tecnicamente esuberante. Sbiadisce però nei confronti del precedente film del regista, Memories of Murder (2003), più complesso e sottile nel descrivere la società coreana (in quel caso degli anni '80).

 


paese: Corea del Sud
anno: 2006
regia: Bong Joon-ho
sceneggiatura: Bong Joon-ho, Ha Jun-won, Baek Chul-hyun
attori: Song Kang-ho (Park Gang-du), Bae Doo-na (Park Nam-joo), Park Hae-il (Park Nam-il), Byun Hee-bong (Park Hee-bong), Ko Ah-sung (Park Hyun-seo)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook