404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Love Wind Love Song (1999)

Love Wind Love Song (1999)

Friday, 21 January 2011 12:55 Valentina Verrocchio Film - Corea del Sud
Print

love_wind_love_song_0Yeong-seo è un'accompagnatrice turistica dell'isola di Cheju. Un giorno portando un gruppo all'aeroporto sorprende un borseggiatore e lo insegue scontrandosi con Tae-hi, appena arrivato. Ancora estranei, i due si rincontrano talmente tante volte nel giro di poche ore, che alla fine diventa doveroso presentarsi, instaurando immediatamente un rapporto di reciproca e cordiale simpatia. Yeong-seo si offre nel suo giorno libero come guida per Tae-hi, e insieme percorrono non solo l'isola in lungo e in largo, ma anche le rispettive storie personali.

Tae-hi è taciturno, solitario ed estremamente gentile, e Yeong-seo sebbene conscia del fatto che i turisti siano sempre in cerca di un ricordo da abbandonare preziosamente e invariabilmente sull'isola, cede alla tentazione di credere che tra lei e Tae-hi ci possa essere qualcosa di più che un semplice e momentaneo farsi compagnia. L'indomani salta il lavoro per rimanere con lui, e il mattino seguente cerca di fare quello che può per andare a salutarlo all'aeroporto, dopo essersi promessi di continuare a vedersi anche oltre la vacanza, perché effettivamente un sentimento sta nascendo in tutti e due. Tae-hi però è misteriosamente già partito, e ha dimenticato al check-in uno dei suoi zaini con dentro il cellulare e quindi anche l'unico modo in cui Yeong-seo avrebbe potuto rintracciarlo. In cosa si impiglieranno le emozioni? In uno schiacciante monologo illuso, in un lineare e tutto sommato monotono dialogo innamorato, o in un tortuoso moscacieca di fraintendimenti?
Love Wind, Love Song vorrebbe raccontare le insicurezze e le prove alle quali bisogna sottoporsi all'inizio di una nuova storia, inscenando la malinconia e i timori, le brezze del chiacchierare innocenti e inconsapevoli, il tratteggiarsi impreciso e vago dello stare insieme di due persone, quando tutto diventa inebriante e le cose succedono tra stupore e magia. C'è da dire però che tutti gli espedienti narrativi sono da soap opera, dalla fotografia estremamente nitida e meccanicamente cartolineggiante, alla colonna sonora glassata e candita (e una strana presa diretta dei suoni, che amplifica a dismisura i movimenti di Jang Dong-gun all'interno della sua giacca di pelle...); e se anche tutto quello che nel film è legato all'isola di Cheju risulta ben costruito e più che guardabile, la situazione precipita sempre più irreparabilmente verso il finale, allorché il regista, masochisticamente, decide di prolungare il cercarsi alla cieca dei due protagonisti, noncurante della brodaglia di assurdità inverosimili in cui continuamente incappa, sfiorando pericolosamente il ridicolo, oltre la soglia del tollerabile.
Riassumendo, solo la prima parte del film è scorrevole e sensata; è la presenza di Ko So-young a rendere in qualche modo digeribile e perfino (quasi) proponibile tutta la seconda metà. Senza la bellezza di questa attrice, e con la pesantezza ingombrante e ancora molto acerba del belloccio Jang Dong-gun (davvero ancora tanto ma tanto lontano dalla performance di Friend!) sarebbe non solo un prodotto così così, ma anche leggermente vomitevole. Invece Ko So-young è incantevole, dolce senza apparire sciocca, formosa senza essere né invadente né altezzosa, ingenua con la capacità di esserlo in maniera credibile, e assorta con naturalezza e completamente nel personaggio di Yeong-seo, ragazza lavoratrice seria e consapevole, simpatica e sognatrice, pratica e impulsiva. Una vera attrice, capace di dare al film decine di espressioni e iridescenze, nonché quel brio che in definitiva tenta docilmente di fare di Love Wind, Love Song un'esperienza da vivere non solo con rassegnazione.

 


paese: Corea del Sud
anno: 1999
regia: Park Dae-young
sceneggiatura: Jo Myung-joo
attori: Jang Dong-gun (Tae-hi), Ko So-young (Yeong-seo), Park Jin-hee

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook