404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Mother (2009)

Mother (2009)

Thursday, 11 November 2010 04:00 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

MotherDopo il successo di The Host, Bong Joon-ho era atteso alle soglie del nuovo film, per vedere se e come l'exploit commerciale (che peraltro era già arrivato con il precedente Memories of Murder, ma questo si tende a dimenticarlo) ne avrebbe modificato la sensibilità, magari verso i lidi del blockbuster. Senza tentennamenti Bong riesce comunque a spiazzare, con una storia sulla carta pensata per i festival e invece densamente, pienamente radicata nella sua poetica lancinante e spietata.

Mother, presentato nella sezione Un Certain Regard del festival di Cannes 2009, è una dolorosissima discesa nelle illusioni di una madre decisa a scagionare il figlio con blandi problemi mentali dall'accusa di omicidio. La donna è convinta che non sia possibile imputare la morte di una ragazza, avvenuta in un vicolo buio di notte in circostanze poco chiare, alla candida ingenuità di suo figlio e parte dunque in un viaggio investigativo contro il sistema: dai poliziotti sfaticati e distratti agli amici menefreghisti, dai concittadini indifferenti alle autorità assenti. Bong Joon-ho fa sprofondare lo spettatore in un dedalo di prospettive temporali e causali, tra flashback ed ellissi che costruiscono scorci umani di stridente empatia, delegando con convinzione l'ipnotica e desolata coerenza del film alle caparbia madre, una meravigliosa Kim Hye-ja. L'attrice, attiva fin dagli anni '60, soprattutto in televisione, si è messa completamente in gioco, adattandosi a una metamorfosi totale e completa: il contrastato rapporto di odio e amore per il figlio, che ama ma che ha significato sacrifici enormi per lei, rappresenta l'ambivalenza universale di un rapporto ineliminabile eppure crudele. A Bong Joon-ho non interessa la solita immagine stereotipata ed elegiaca della figura materna, come “angelo” salvifico della famiglia e dei figli, ma piuttosto di incidere nel sangue e nella disperazione su quei nervi per forza di cose scoperti. Se il rapporto madre-figli è uno dei pilastri fondanti della vita sociale umana, allora Mother non può che raggelare per le conseguenze che richiama: espone sentimenti estremi con una semplicità e una levità disarmante, come dimostra quella danza iniziale, apparentemente sconclusionata (ma tutto ha una ragione), in mezzo a un campo di grano. Bong Joon-ho scardina certezze in un percorso difforme: l'amore cieco nasconde un abisso insondabile, ed è questa la vera normalità, compresente in ciascuno.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2009
regia: Bong Joon-ho
sceneggiatura: Bong Joon-ho, Park Eun-kyo
attori: Kim Hye-ja (madre), Won Bin (Yoon Do-joon), Jin Ku (Jin-tae), Yoon Jae-moon, Jun Mi-sun

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook