Someone Behind You (2007)

someone_behind_you_0La famiglia della liceale Ka-in pare si porti dietro un’oscura maledizione. Al matrimonio della zia, Ka-in la vede precipitare dalla balconata, in apparenza un tentativo di suicidio. Trasportata d'urgenza in ospedale, dove lavora anche il fidanzato di Ka-in, la donna è però uccisa brutalmente da un'altra parente, momentaneamente impazzita. L'omicidio avviene sotto gli occhi impotenti della ragazza, chiusa fuori dalla stanza in cui sono sprangate le due donne. Da quel momento la stessa Ka-in sarà vittima di una serie di aggressioni inesplicabili, portate avanti da chi meno ci si aspetterebbe: una compagna di classe, un suo professore, sua madre, il fidanzato.

Quale mistero si nasconde nel passato della famiglia? E perché un solitario compagno di classe di Ka-in, che tutti evitano perché si dice abbia ucciso i genitori, le confida che se vuole sopravvivere non deve credere a nessuno, nemmeno a se stessa?
Someone Behind You è uno dei tanti horror usciti nelle sale coreane durante la stagione estiva, periodo tradizionale per le storie sovrannaturali e del terrore. A dirigerlo è stato chiamato Oh Gi-hwan, che in precedenza si era cimentato con la commedia frivola The Art of Seduction (2005) e il dramma familiare Last Present (2001). Qui si getta nella mischia dell'orrore scolastico, tanto inflazionato a partire dalla serie Whispering Corridors, prendendo ispirazione da un fumetto di successo di Kang Kyung-ok. Il problema è che, nella foga di scioccare lo spettatore con omicidi e sangue (presente in dosi industriali, anche se non c'è nulla di estremo né gore), la trama viene diluita a dismisura. Tutta la parte centrale si riduce a una serie di aggressioni alla lunga ripetitive, mentre le "indagini" (se così si può dire) sulle cause di quanto sta avvenenedo sono ridotte a un'improbabile e affrettata spiegazione di un personaggio minore, evidente deus ex machina, con nessun altra funzione nella storia. Se a questo si aggiunge che il doppio stravolgimento finale - riguardante due personaggi presentati in precedenza - è del tutto prevedibile, e con amplio anticipo, si capisce quanto sia velletario Someone Behind You (in effetti bocciato anche al botteghino, dove ha incassato la metà di concorrenti diretti come Epitaph o The Cut/Cadaver). Un pastrocchio redento soltanto, ed è davvero poco, dall'efferratezza incostante e pure patinata degli omicidi.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2007
regia: Oh Gi-hwan
sceneggiatura: Oh Gi-hwan
attori: Yoon Jin-seo, Lee Ki-woo, Park Ki-woong, Kim So-eun, Lee Kan-hee, Jeong Yu-mi, An Nae-sang