404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Sympathy for Mr. Vengeance / Mr. Vendetta (2002)

Sympathy for Mr. Vengeance / Mr. Vendetta (2002)

Tuesday, 25 January 2011 02:23 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

sympathy_for_mr_vengeance_0Due mondi che si scontrano, una lotta inevitabile - il dolore come unico denominatore comune. Da un lato Ryu, sordomuto, capelli verdi, lavoro massacrante in fabbrica, il desiderio di salvare la sorella malata donandole un rene. Dall'altro Dong-jin, ricco self made man orgoglioso e chiuso in se stesso, la cui unica gioia da quando si è separato dalla moglie è la figlia, Yoosun. Ryu - aiutato dalla sua ragazza, Young-mi, rivoluzionaria fedele alle cause perse - la rapisce, perché è l'unico modo, perché è l'ultima strada per realizzare un sogno. Qualcosa, nonostante tutto, va storto...

Senza remore, senza paura: affondare il coltello nel dolore del disagio sociale, ribellarsi quando e proprio perché non è possibile farlo senza pagarne le conseguenze. Una rabbia cieca in cerca di sfogo su un'umanità dissolta, su fantasmi evanescenti che popolano le terre desolate delle nostre menti. Quando l'apparenza di un mondo giusto e confortevole - di un microcosmo in cui trovare rifugio e riparo dalle costanti avversità - evapora sotto i colpi di macabri destini; quando il crepuscolo è permanente, la luce solo una chimera, quasi una presa in giro di chi può permettersela; solo allora i sentimenti diventano armi mutevoli e spietate - per chi è in grado di addomesticarne la furia. La gola che brucia dopo un pianto dirotto, il sapore acre del terrore, il rosso intenso del sangue che zampilla da squarci abissali, il calore di un amore complice e senza vie di fuga, i sorrisi e le lacrime che solo la passione riesce a far affiorare; bisogna avere coraggio per unire tutto in un film senza perdere in credibilità, senza doversene pentire. Park Chan-wook (il bel Joint Security Area nel suo passato) è in grado di farlo con semplice mesmerizzante radicalità, non concedendo facili scappatoie, procedendo per sfide successive in cui lo spettatore è coinvolto suo malgrado, fino ai limiti estremi - fino a (dis)perdersi. Song Kang-ho conferma di essere attore insostituibile, con quel suo volto triste - a suo agio sia nelle commedie (imperdibile in The Foul King) che nei drammi (come in Shiri): a rimanere maggiormente impressi sono forse però Shin Ha-kyun (uno dei gangster di Guns and Talks), maschera dolente e insolente, e l'irresistibile Bae Du-na (strafottente e simpaticissima, da Barking Dogs Never Bite fino a Saving My Hubby).
Sympathy for mr. Vengeance è l'esempio di come sia ancora possibile fare e pensare cinema di genere fiero, schierato, viscerale - tirando pugni nello stomaco, ma lasciando un indefinibile retrogusto dolce e surreale nei ricordi - senza perdere un'oncia del rigore formale cui (sbagliando) si è soliti associare il solo cinema d'autore. Si tratta semplicemente del miglior film visto nel 2002, uno dei migliori noir degli ultimi anni - sicuramente uno dei pochi con cui è difficile scendere a patti.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2002
regia: Park Chan-wook
sceneggiatura: Lee Moo-young, Lee Jong-yong, Park Chan-wook
attori: Song Kang-ho (Dong-jin), Shin Ha-kyun (Ryu), Bae Du-na (Young-mi), Im Ji-eun, Lee Dae-yeon, Han Bo-bae

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook