404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Tidal Wave / Haeundae (2009)

Tidal Wave / Haeundae (2009)

Tuesday, 25 January 2011 02:38 Armando Rotondi Film - Corea del Sud
Print
Tags:

tidal_wave_0La spiaggia di Haeundae a Busan è, senza dubbio, la più celebre di tutta la Corea del Sud e la meta turistica prediletta per più di un milione di villeggianti ogni estate. Un luogo perfetto, quindi, dove ambientare il primo disaster movie vero della storia del cinema coreano, cavalcando l'onda lunga, è il caso di dire, del terribile tsunami che sconvolse l'Ocenao Indiano e l'Asia il 26 dicembre 2004.

Nel suo film il regista Yoo Je-kyoon mette in scena propio una grande catastrofe naturale, un maremoto di enormi proporzioni, che annienta l'esistenza di diversi personaggi, ignari della tragedia imminente e alle prese con le loro banali quotidianità. E il regista lo fa rispettando davvero tutti i canoni del film catastrofico americano anni '70 e ritornato in auge a fine XX secolo, con personaggi e storie senza un vero spessore, casi umani come se ne vedono obbligatoriamente in questo tipo di film: il vecchio imprenditore che cerca di comprare i ristoranti locali; la strana storia d'amore tra due giovani, ma anche quella tra un uomo adulto e disperato e la figlia di un amico, della cui morte si sente colpevole; un padre, lo scienziato che prevede il cataclisma, che cerca di farsi conoscere dalla figlioletta che lo considera solo un "amico" della mamma. Yoo Je-kyoon, che pure condisce queste figure e queste storie con elementi comici e "maneschi" assenti nel cinema catastrofico americano e più vicini al gusto coreano, comprende che in realtà tutto deve essere funzionale al maremoto e alla distruzione che segue. Ecco che così, dopo poco più di un'ora, vediamo la grande onda che si abbatte sulla spiaggia di Haeundae e sulla città di Busan. E il risultato è davvero gustoso. Senza pretendere i perfetti effetti speciali di un film di Roland Emmerich, ammiriamo con divertita partecipazione la distruzione di grattacieli, la disperata lotta per la sopravvivenza della gente che fugge per le strade allagate o che è rimasta intrappolata sul Gwangan Bridge. E proprio lì, sul grande ponte sospeso di Busan, che il regista realizza la scena più divertente dell'intera pellicola. Pellicola che ha il suo punto di forza nel voler essere un blockbuster puro, rispettando tutti i canoni del genere.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2009
regia: Yoo Je-kyoon
sceneggiatura: Yoo Je-kyoon
attori: Sol Kyung-gu, Ha Ji-won, Park Joong-hoon, Eom Jeong-hwa, Lee Min-ki, Kang Ye-won, Kim In-kwon

tidal_wave
sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook