404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Windmill Palm Grove (2005)

Windmill Palm Grove (2005)

Tuesday, 25 January 2011 03:10 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

windmill_palm_grove_0Windmill Palm Grove, conosciuto anche come Palm-tree Grove o Windmill Palm Forest, è un dramma sentimentale imbrigliato in una narrazione ripartita su tre piani temporali. Si parte con Kim In-seo, famoso avvocato che si occupa di brevetti, in viaggio per tenere una lezione all'università di Gangneung. Sulla corriera lo raggiunge Sung-ju, imprenditrice in carriera conosciuta la sera precedente: i due hanno avuto una piacevole notte di sesso, ma lei è convinta ci sia qualcosa di più. In-seo inizia però a raccontarle di un ricordo che lo tormenta. Salto temporale: qualche anno prima In-seo ha lavorato sulla sperduta isola di Geojae, dove ha conosciuto Hwa-yeon, operaia in grado di rapirgli il cuore con la sua schiettezza.

Una notte che lei si ubriaca, In-seo la trasporta in spalla fino a casa. La ragazza abita con la madre e la nonna su un remoto promontorio, in mezzo a un insolito boschetto di palme. Affascinato, mentre Hwa-yeon dorme, In-seo chiede alla nonna della ragazza di raccontargli la storia dietro al palmeto. Altro salto temporale: anni addietro la nonna è andata in sposa a un burbero contadino che aveva già una figlia grande. Le due ragazze hanno più o meno la stessa età, e solidarizzano, ma l'uomo fa di tutto per distruggere i pochi barlumi di felicità che hanno. Nei meandri di questa storia si nasconde il segreto delle palme, simbolo di una promessa mai mantenuta...
Yoo Sang-wook (Piano Man, The Mystery of the Cube) scrive e dirige una storia che vorrebbe ricreare le atmosfere disperate e morbose dei melodrammi d'altri tempi, quelli che coinvolgevano tragedie familiari assolute e grandi sentimenti negati. Nel farlo punta però su una struttura sovradimensionata, inutilmente complessa, che toglie ogni equilibrio alla narrazione, disperdendo le potenzialità di tre storie appassionanti in un unico calderone senza personalità. A reggere le fila dovrebbe restare il mistero dietro la proliferazione delle palme, motore ultimo anche delle azioni di In-seo (con la poco riuscita arringa finale). Ma la narrazione è piatta, sterile: si limita ad assommare elementi senza penetrarvi all'interno, senza smuovere quelle emozioni che pure tangenzialmente fa intravedere. In più sia Kim Ming-jong (il protagonista di Mr. Butterfly) che Kim You-mi (una delle invitate nella magione di Doll Master), in un inutile doppio ruolo, rimangono freddi, distaccati, incapaci di dimostrare qualsiasi calorosa affinità elettiva. Un soggetto che avrebbe meritato più attenzioni rimane così impantanato in un'operazione di stile fine a se stessa, terribilmente fuori luogo, oltre che maldestra nell'utilizzare gli incastri temporali. Rimane un film ricco di scene madri urlate e un'estenuante indulgenza nel giustificare gli atteggiamenti del protagonista maschile, il cui comportamento ha davvero poco di edificante.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2005
regia: Yoo Sang-wook
sceneggiatura: Yoo Sang-wook
attori: Kim Min-jong (Kim In-seo), Kim You-mi (Hwa-yeon / Jung-soon), CHO Eun-sook (Bong-ae), Lee Ah-hyun (Sung-ju)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook