404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Eye for an Eye (2008)

Eye for an Eye (2008)

Wednesday, 16 February 2011 02:58 Stefano Locati Film - Corea del Sud
Print

eye_for_eye_0Il regista di Friend (2001) e quello di My Brother (2004) uniscono le forze per un poliziesco sopra le righe che contrappone un ispettore dalle modalità investigative colorite e un rapinatore imperscrutabile che ha un piano di vendetta ben preciso.

Sung-chan è un detective meticoloso sul punto di dare le dimissioni dal servizio attivo, per aiutare un amico ad avviare un'attività di disinfestazione (la giustificazione è che almeno gli insetti, una volta ingabbiati, non tornano in circolazione). Prima che possa compiere il passo decisivo, arriva notizia della strana scomparsa di un furgone portavalori appartenente a una delle società di Hyun-tae, affarista spregiudicato che il poliziotto ha già provato più volte a incastrare. Dietro all'assalto c'è la banda di Hyun-min, un furbo criminale che instaura fin da subito un gioco d'intelligenza con Sung-chan. Dietro i suoi atti apparentemente inconsulti si nascondono mire precise.
Kwak Kyung-taek e Ahn Kwon-tae (che era stato aiuto regista del primo proprio in Friend) innervano il loro action tutto al maschile con forti dosi autoironiche, rimanendo per tutta la corsa pericolosamente in bilico sul crinale della parodia, pur senza mai lanciarvisi a capofitto. Ne risulta un film leggero e scanzonato, dal sapore hollywoodiano come il precedente Typhoon (2005), con personaggi volatili e fumettosi, che mantiene l'unità narrativa, ma si concede divagazioni estemporanee (ad esempio i modi in cui i complici buttano via i soldi rubati, o la figura macchiettistica di Antonio). La regia è esuberante, con split screen reiterati e movimenti bruschi di macchina, ma nel complesso il risultato, sia per storia che per costruzione dei personaggi, è consolidato, consueto. Han Suk-kyu (Green Fish, The Contact, Shiri), comprensivo di buffa chioma bianca, e Cha Seung-won (Kick the Moon, Blood Rain) sono sufficientemente gigioneschi, a briglia sciolta, fino a risultare simpatici, come tutti i co-protagonisti. Il problema di Eye for an Eye è allora semplicemente la sua scorrevolezza infarciata di cliché abusati, che non riescono a distinguerlo né elevarlo dalla medietà.

 


paese: Corea del Sud
anno: 2008
regia: Kwak Kyung-taek, Ahn Kwon-tae
sceneggiatura: Kim Dong-woo
attori: Han Suk-kyu (Sung-chan), Cha Seung-won (Hyun-min), Song Yeong-chang (Hyun-tae), Lee Byeong-joon (Antonio), Jeong In-gi, Kim Ji-seok

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook