404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Quiet Family, The (1998)

Quiet Family, The (1998)

Thursday, 31 March 2011 14:04 Maurizio Encari Film - Corea del Sud
Print

quiet_family_0Kim Jee-woon è uno dei pochi registi contemporanei a unire uno stile autoriale al cosiddetto cinema di genere. Ogni suo film infatti, spaziando da generi assai diversi, ha sempre un marchio di affidabilità e sicurezza che riesce ad andare incontro al pubblico e spesso anche allo sguardo raffinato della critica. Da A Tale of Two Sisters al recente I Saw the Devil, è difficile trovare dei difetti tecnici nei suoi lavori, e lo stesso esordio The Quiet Family lascia già intravedere la fortunosa carriera cui sarebbe andato incontro. Questa commedia nera è tra le produzioni più gustose e interessanti di questo amato, e bistrattato, filone - tanto da essere oggetto di un remake in musical a opera di Miike Takashi (The Happiness of the Katakuris, 2001).

La costruzione narrativa è alquanto semplice: il regista piazza un'allegra famigliola in un albergo di montagna, da poco acquisito e già alle prese con i problemi economici. Infatti nonostante siano trascorsi diversi giorni dall'apertura, ancora nessun cliente vi ha pernottato. Quando infine la prima camera trova il suo affittuario, le cose sembrano finalmente risollevarsi, salvo scoprire la mattina successiva che l'uomo si è tolto la vita. Ma denunciare il fatto alla polizia sarebbe un forte deterrente pubblicitario per gli affari, e così ecco che l'unica soluzione è quella di seppellirlo nei terreni circostanti. Peccato che questa scelta porti con sè una sorta di maledizione, e da lì in poi non sarà l'unico decesso, più o meno fortuito, ad avvenire nell'hotel.
Kim Jee-woon è bravo nel mantenere una costante atmosfera di ilarità all'interno di un contesto apparentemente macabro, e vi riesce soprattutto grazie all'ispirata caratterizzazione dei personaggi. Dai bizzarri genitori, sino alla figura della figlia maggiore, la più matura dell'intero nucleo familiare, i protagonisti della storia hanno una forte connotazione che permette alle situazioni di svolgersi nel più imprevedibile dei modi, offrendo un divertimento spensierato sino ai surreali minuti finali. L'ironia, a tratti irresistibile nel suo non-sense, riesce a far ridere senza alcun eccesso di volgarità, con colpi di scena che si susseguono e nei quali si infila, in modo assolutamente leggero e innocuo, anche la "guerra fredda" tra le due Coree. Tecnicamente il film è ineccepibile, e sia la colonna sonora che la fotografia non fanno che immergere alla perfezione lo spettatore nella visione, complice anche l'azzeccata ambientazione scelta per la vicenda. The Quiet Family è adatto sia per chi necessita una serata all'insegna del disimpegno "intelligente", sia a chi vuole indagare nel passato di un autore di cui, sicuramente, si sentirà parlare ancora a lungo.


paese: Corea del Sud
anno: 1998
regia: Kim Jee-woon
sceneggiatura: Kim Jee-woon
attori: Na Moon-hee, Park In-hwan (Tae-gu), Choi Min-shik (Chang-ku), Song Kang-ho (Yeong-min), Lee Yoon-sung (Mi-su), Go Ho-kyung (Mi-na)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook