404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Corea del Sud Face (2004)

Face (2004)

Wednesday, 01 February 2012 01:40 Emanuele Sacchi Film - Corea del Sud
Print
Tags:

face_0Jeong Seon-yeong è il migliore nel suo campo - la ricostruzione di un volto umano a partire da un teschio. Tuttavia, devastato dalla perdita della moglie e dalla malattia della figlia - salvata da un trapianto di cuore - Seon-yeong rassegna le dimissioni; sarà l'intrusione nella sua vita del soprannaturale, oltre alla stoica volontà di una misteriosa apprendista, a richiamarlo al dovere. Se si esclude il fatto di durare meno di due ore, dato quanto mai inusuale nel prolisso microcosmo del cinema coreano, resta ben poco a cui aggrapparsi per provare a salvare Face, negli intenti quanto nell'esito.

Nella proliferazione di cloni di The Ring che ha infestato i primi anni zero del cinema dell'Estremo Oriente, le produzioni coreane – come già per i wuxia – si sono rivelate le più pedisseque nell'osservazione del canovaccio, come se ogni tentativo di uscire dallo schema rappresentasse un rischio eccessivo in termini di contraccolpo commerciale. Il pubblico chiede l'ennesimo fantasmino lungocrinito e quello viene elargito a piene mani, con minime variazioni sul tema.
La carta giocata da Yoo Sang-gon è quella del risvolto sentimentale, in cui assegnare all'elemento soprannaturale alterna funzione di (causa di) terrore e (viatico per il) romanticismo; nulla che possa essere lontanamente individuato sul volto immoto di Song Yun-ah - già tra i protagonisti di Jail Breakers – dall'espressività degna del peggior Dolph Lundgren. Il sottotesto della ricostruzione del volto umano e del recupero di identità perdute come via per una più profonda comprensione dell'altro soccombe agevolmente in favore dei più abusati stilemi orrorifici, con l'aggravante di un'escursione nel serial killer movie svolta con mano incerta e tremebonda. Perché tocchi a film come Face l'onore di una distribuzione italiana (anche solo in dvd), quando un mare magnum di tesori nascosti dall'oriente attende invano le luci della ribalta, è mistero assai più intricato da risolvere di quelli che attanagliano l'attonito Seon-yeong.


paese: Corea del Sud
anno: 2004
regia: Yoo Sang-gon
sceneggiatura: Kim Hee-jae, Park Cheol-hee, Yoo Sang-gon
attori: Shin Yeon-joon, Song Yoon-ah, Kim Seung-wuk, Jo Won-hee



Dim lights Embed Embed this video on your site

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook