404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Gemini / Soseiji (1999)

Gemini / Soseiji (1999)

Wednesday, 17 October 2012 09:34 Giampiero Raganelli Film - Giappone
Print

gemini_0Tokyo, 1910: Yukio, un medico, vive in una signorile dimora, dove ha anche l’ambulatorio, con i genitori e la moglie, bellissima e dall’oscuro passato per aver perso la memoria. Dopo la morte sospetta dei genitori, Yukio viene aggredito da un uomo identico a lui. Si tratta di Sutekichi, il gemello da cui era stato separato alla nascita, che lo getta in un pozzo e prende il suo posto nella vita. Si scopre che la moglie aveva già avuto una relazione con lui, quando viveva nella bidonville.

Tsukamoto approda al mondo di Edogawa Ranpo, adattandone un racconto per il suo primo film di ambientazione storica, in cui costruisce un mondo bipolare. Da una parte un ambiente lussuoso, reso con una fotografia virata all’arancione, appartenente all’era Meiji, quella dell’apertura e della modernizzazione del paese a cavallo tra Ottocento e Novecento, non esente dagli influssi letterari dei grandi scrittori dell’epoca Mori Ogai e Natsume Soseki. Il protagonista ha compiuto un soggiorno di studio in medicina in Germania; ha servito nella guerra russo-giapponese, indossa eleganti abiti occidentali e nella sua sontuosa abitazione si beve tè all’inglese in eleganti teiere di ceramica. A due passi il malsano mondo dei bassifondi, popolato di straccioni e mendicati, palesemente irreale e carnevalesco, dove si praticano strane danze tribali, i cui abitanti indossano stracci coloratissimi. Sembra un’ambientazione da fantascienza postatomica, alla Mad Max.
Questo dualismo “sociale” riflette il tema centrale del doppelgänger. Tsukamoto mette in discussione il manicheismo alla Dr. Jekyll/Mr. Hyde attraverso l’inversione dei ruoli, la regressione animalesca di Yukio nel fondo del pozzo, e la sua spocchia classista che lo porta a tradire quell’etica medica da lui stesso enunciata, rifiutandosi di curare la pestilenza dilagante nello slum. L’episodio del pozzo, aggiunto da Tsukamoto, richiama L’impero della passione di Oshima Nagisa, pure di ambientazione Meiji, quel triangolo amoroso maledetto. Come l’amante di quel film, Sutekichi ha un’energia sessuale sconosciuta al gemello, che è il tipico prodotto della morale bacchettona Meiji.
L’estetica della marcescenza della carne, della putrefazione, con carcasse consumate da larve, e della contaminazione corporea – il gemello ‘cattivo’ ha il corpo ricoperto di escrescenze del tutto simili a quelle metalliche di Tetsuo –, suoni lancinanti e una macchina a mano a volte nervosissima rappresentano la cifra stilistica di Tsukamoto in questo film.


paese: Giappone
anno: 1999
regia: Tsukamoto Shinya
sceneggiatura: Tsukamoto Shinya
attori: Motoki Masahiro, Ryo, Tsutsui Yasutaka, Motai Masako, Ishibashi Renji, Maro Akaji, Taguchi Tomorowo, Murakami Jun



Dim lights Embed Embed this video on your site


sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook