404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Tetsuo 2 - Body Hammer (1992)

Tetsuo 2 - Body Hammer (1992)

Wednesday, 17 October 2012 10:00 Stefano Locati Film - Giappone
Print

tetsuo_2_body_hammer_0Dopo l'esperienza di Hiruko the Goblin (1991), Tsukamoto torna alle compenetrazioni di carne e metallo di Tetsuo (1989): questo secondo film non è un semplice seguito né un banale rifacimento, ma piuttosto un salto evolutivo che amplia e ripercorre gli stessi concetti, dandogli nuovi significati e sfumature.

Taniguchi Tomoo è un normale impiegato, felicemente sposato e con un figlio piccolo, che la notte sogna di genitori perduti di cui non ha più ricordi. Un giorno due loschi figuri rapiscono il suo bambino, irridendo il genitore. Tomoo li insegue e in un impeto d'ira il suo corpo si trasforma in un'arma metallica che per errore trucida proprio il figlio. L'impiegato non ha tempo di disperarsi: viene rapito da una setta di culturisti guidati da Yatsu, misterioso ibrido che sta sperimentando nuove tecniche per trasformare i corpi in metallo.
La differenza più evidente sta nell'uso consapevole del colore, rispetto al bianco e nero del capostipite. La predominanza cromatica alternata di blu e colori gelidi da un lato, per descrivere l'asettica realtà dell'impiegato, con incursioni di rosso e colori caldi dall'altro, per presentare il mondo di sforzo e muscoli della setta, offre la visione di un mondo diviso, tecnica poi rielaborata e amplificata in Gemini (1999). Posizione ribadita dall'ordine geometrico degli spazi abitati dalla famiglia contro il caos asimmetrico della fabbrica-fornace covo della setta. Da una parte l'opprimente realtà urbana, con i grattacieli che incombono sugli esseri umani, fino a schiacciarli nell'intricato gioco di specchi, vetrate e architravi che si fondono con il cielo, dall'altra un dedalo sotterraneo e postindustriale di sudore, grugniti ed esercizio che si pone l'obiettivo di superare con le proprie forze quella oppressione. Lo slancio però non è sufficiente: il corpo da solo non può opporsi al complesso sociale, e da qui nasce la ricerca di un ulteriore livello, di uno scarto verso il post-umano. In questo senso il mutamento, la fruttifera fusione di metallo e carne, con escrescenze di tubi, fili, lastre che fuoriescono da un corpo ormai irriconoscibile, rappresenta la volontà di trascendere i limiti dell'umano nel suo contesto urbano, civile, sociale – e al contempo la necessità di distruggere quei limiti. Come spiega Yatsu, interpretato come nel precedente film da Tsukamoto, con un taglio di capelli punk e maglietta su cui campeggia una gigantesca X, si può trovare la bellezza solo nella distruzione. E alla distruzione mirano i due opposti protagonisti, l'impiegato Tomoo e il leader Yatsu, in un duello che non è segnato da opposizione o da semplice odio (il rapimento e il dolore passano in secondo piano, lasciando segni solo sulla moglie), ma da un semplice meccanismo esistenziale: due uomini-metallici votati al caos, due armi organiche, non possono che collidere – ed è da questo conflitto che nasce la distruzione del sistema sociale, come racconta con surrealismo feroce il poetico finale, che riunisce la famiglia in un mondo in frantumi, colmo di macerie. Tetsuo II è un'ode lancinante alla destrutturazione e ricombinazione del corpo in nuove configurazioni, perché l'uomo, superandosi, possa ritrovarsi nella sua unicità. Una evoluzione non più virale, come nel primo film, in cui era causata da fattori esterni, ma che può nascere solo dall'interno, a partire dall'esplosione e accettazione del dolore.


paese: Giappone
anno: 1992
regia: Tsukamoto Shinya
sceneggiatura: Tsukamoto Shinya
attori: Taguchi Tomorowo, Kanaoka Nobu, Tsukamoto Shinya, Tomioka Keinosuke, Iwata Min, Kim Su-jin, Tezuka Hideaki, Asada Nobuo, Kawahara Shinichi

Dim lights Embed Embed this video on your site


sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook