404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone 100 Yen Love (2014)

100 Yen Love (2014)

Tuesday, 11 November 2014 13:28 Stefano Locati Film - Giappone
Print

100 yen love 0Take Masaharu si è sempre in qualche modo interessato alla marginalità, dai sobborghi coreani di Café Seoul (2009) agli adorabili transessuali di Eden (2012): in 100 Yen Love segue la storia di una trentenne perdente a vita, costruendone un ritratto pestifero e in qualche modo dolce. Presentato al Tokyo International Film Festival 2014, nella sezione Japanaese Cinema Splash, dove ha vinto il premio per il miglior film, è un racconto spigoloso, sgranato, talvolta scorretto, eppure sorprendente.

Ichiko ha abbandonato l'università e non ha un lavoro. Passa le giornate a letto o a giocare ai videogiochi con il figlio della sorella - non aiuta nemmeno la madre nel negozietto di bento di famiglia. Dopo l'ennesimo litigio con la sorella, è costretta ad abbandonare la sua stanza. Trova lavoro in un market in cui tutto costa 100 yen, un luogo desolante con compagni di lavoro stralunati, e affitta un piccolo appartamento spoglio. Ichiko non sembra riuscire ad appassionarsi a nulla, ma mentre girovaga la sera si ferma sempre a osservare un uomo che pratica boxe in una palestra di periferia.
Lo snodo di partenza è lo stesso di Tamako in Moratorium (Yamashita Nobuhiro, 2013), la generazione neet ("not in education, employment or training"), giovani che non lavorano, non studiano, non seguono tirocini, lasciati ai margini della società. Take Masaharu costruisce però un racconto opposto a quello di Yamashita, che lavorava per sottrazione e astrazione, prendendo una posizione narrativa, carica di umorismo nero e cattiveria empatica per i suoi protagonisti. La svolta del film, una volta enucleate le tante debolezze di Ichiko - una fiammeggiante Ando Sakura (Out of the Wind, Ain't No Tomorrows), sempre imbronciata e velata da una massa incolta di capelli - avviene tramite la boxe: per la prima volta la ragazza si impegna in qualcosa, e tralasciato il ragazzo, inizia ad allenarsi per sé stessa. Qualche ripetizione della formula, arrivati a tre quarti, non impedisce di godere di un crescendo di bassezze, rivoltamenti di destino e sfortune che fanno davvero sperare in un riscatto epocale. Take Masaharu gestisce con trasporto indie la messa in scena, con fotografia notturna, predilezione per long take con camera fissa e un'attenzione particolare ai silenzi. 100 Yen Love è imperfetto, ma di quelle imperfezioni che aiutano a calibrare meglio le proprie aspirazioni, senza contare che la metafora dello sport come possibilità di rivincita sulla vita funziona egregiamente per il sapore terreno e non favolistico che assume.



paese: Giappone
anno: 2014
regia: Take Masaharu
sceneggiatura: Adachi Shin
attori: Ando Sakura, Arai Hirofumi, Ito Yozaburo, Inagawa Miyoko, Saori, Shigematsu Osamu, Negishi Toshie

Dim lights Embed Embed this video on your site

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook