404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Kyoto Elegy (2014)

Kyoto Elegy (2014)

Monday, 17 November 2014 15:31 Stefano Locati Film - Giappone
Print

kyoto elegy 0Sugino Kiki, attrice e produttrice, è una degli astri nascenti della scena indipendente asiatica. Nata a Hiroshima nel 1984, di origini nippo-coreane, ha prodotto Fukada Koji (Hospitalité, Au revoir l'été), Uchida Noboteru (Odayaka), Lim Kah-wai (Magic and Loss). Il 2014 è stato un anno impegnativo per lei, visto che ha esordito alla regia lavorando a ben tre lungometraggi. Kyoto Elegy, presentato nella sezione Asian Future del Tokyo International Film Festival 2014, è il suo esordio, in ordine cronologico, anche se il film è stato proiettato dopo Taksu (selezionato a Busan). In attesa di anteprima c'è anche Boy's Dream.

Watabe è uno studente di giurisprudenza introverso e apparentemente gentile. In aula conosce Kumahori, una ragazza grassoccia evitata da tutti. Una sera lei gli offre una cena, lo fa ubriacare e si installa a casa sua. Watabe vorrebbe liberarsene, ma non osa fare nulla, anche perché lei minaccia di rivelare a tutti che vivono insieme. In più, lei lo costringe a comprarle cibo ogni giorno, in modo possa ingrassare ancora di più. Al verde, Watabe è costretto a trovare un lavoro estivo, dove conosce Nako, ragazza servizievole appena uscita da una lunga relazione. Sempre più insofferente, e invaghito di Nako, Watabe litiga con Kumahori, che lo ferisce con una forchettata e scappa nella notte. Salto di tre anni: Watabe vive con Nako, ma si è ormai stancato di lei. Durante un seminario estivo conosce Sayaka, anche lei desiderosa di diventare avvocato. Passano ancora cinque anni.
Kyoto Elegy è tratto dal romanzo Manga niku to boku di Asaka Shiki. Invece di utilizzare il testo di partenza per una commedia (non troppo) romantica, Sugino si lancia in un sofisticato dramma di crescita che rivela la natura sempre più meschina e sgradevole del suo protagonista. Watabe, interpretato con convinzione da Miura Takahiro, si presenta come il classico timido dal cuore d'oro. Mentre le relazioni con le tre ragazze si sviluppano, emerge però con sempre più evidenza il rabbioso egoismo che lo muove. I tre salti temporali - si parte nel 2011, ai tempi del terremoto di Fukushima, si arriva nel presente e si passa al vicino futuro - corrispondono a progressivi miglioramenti dei suoi legami (i litigi con Kumahori, la convivenza con Nako, la ricerca di una casa da comprare insieme con Sayaka), e al contempo al peggioramento della qualità delle sue relazioni interpersonali. Un collega di lavoro in effetti gli dice "Non capisco mai se sei gentile o spietato". Infine sarà l'incontro casuale con Kumahori, tornata magra, a sancire la parabola discendente di Watabe. Sugino Kiki - che interpreta anche Kumahori, inizialmente in una tuta-ingrassante non troppo convincente - descrive con molta cura i quattro personaggi, equilibrando tratti teneri e aspetti inquietanti o stralunati. Qualche scena si abbandona al grottesco (Kumahori che mangia il suo cosciotto davanti a un fuoco nel bosco), altre sono squilibrate (il litigio sulle malattie sessuali con Nako), ma nel complesso Kyoto Elegy rimane un ritratto pungente ed evocativo di come le relazioni possano cambiarci in modi poco percettibili (o lusinghieri). Le musiche tradizionali di Tominori Seigan aggiungono sfumature dense alla messa in scena, mentre i movimenti classici della macchina da presa, sempre molto controllata, conferma la voluta ricercatezza dell'insieme.



paese: Giappone
anno: 2014
regia: Sugino Kiki
sceneggiatura: Wajima Kotaro
attori: Miura Takahiro, Sugino Kiki, Tokunaga Eri, CHisun, Onishi Shima, Taiga, Miyamoto Yuko, Tokui Yoshimi

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook