404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Policeman and Me (2017)

Policeman and Me (2017)

Thursday, 27 April 2017 01:56 Stefano Locati Film - Giappone
Print

Policeman and Me (2017)Hiroki Ryuchi si sta sempre più specializzando in film sentimentali ispirati a manga per ragazze. Dopo Strobe Edge (2015), tratto dall'opera di Sakisaka Io, e Wolf Girl and Black Prince (2016), da Hatta Ayuko, è il turno di Policeman and Me (altrimenti noto come P to JK, che sta per Police to Joshi Kousei, ovvero “la polizia e la studentessa liceale”), tratto da un fumetto serializzato a partire dal 2013 di Miyoshi Maki.

L'impianto è classico, lo stile di regia di Hiroki è come sempre asciutto e stilizzato, la struttura drammatica rispettata, suddivisa in una fase in cui i due protagonisti si conoscono, una in cui si allontanano e quella finale in cui si riavvicinano. A far storcere il naso è in questo caso il soggetto, che descrive la relazione tra una studentessa liceale sedicenne e un poliziotto di quartiere ventiseienne. Il film si rivolge a un pubblico femminile adolescenziale e per questo il punto di vista non è quello dell'adulto in cerca di una giovincella da sedurre, bensì quello fiabesco della ragazzina che sogna un principe azzurro maturo e bello, possibilmente in uniforme. Tanto più che l'effusione più audace che i due protagonisti si scambiano nel corso del film è qualche casto abbraccio. Cionondimento Policeman and Me rivela una inquietante natura tradizionalista e reazionaria per come descrive i ruoli sociali, le relazioni tra i sessi e lo stesso dipanarsi della vicenda. Kako, la giovane in questione, è inebriata all'idea di stare con un poliziotto e costruire una convivenza immaginaria da famigliola modello; Kota, il ragazzo, trova come unica soluzione al suo dilemma se frequentare o meno Kako, una volta scoperto che lei è minorenne, quella di proporle di sposarsi, in modo sia tutto legale; i genitori di lei, una volta sentita la proposta, ci manca poco che siano entusiasti all'idea. L'unico personaggio vagamente interessante dell'intera pellicola è Okami, un compagno di classe di Kako, con capelli tinti di biondo, considerato da tutti un teppista. Per qualche istante si spera ci sia un ribaltamento e Kako scarichi il buon poliziotto in favore del (solo apparentemente) rude liceale; purtroppo però la sua presenza è prevista solo come contentino di analisi sociale (il ragazzo ha problemi familiari con il patrigno) e per il resto viene dimenticata la sua evidente attrazione nei confronti di Kako. Tolti questi particolari, Policeman and Me rimane una commedia romantica scorrevole, capace di dosare le scene ad alto impatto emotivo con parsimonia. L'esercizio di carineria forzata dispiegato e il moralismo di fondo fanno però rimpiangere l'Hiroki Ryuichi più abrasivo di Vibrator (2003) o anche quello elegiaco, ma sentito, di Your Friends (2008).

paese: Giappone
anno: 2017
regia: Hiroki Ryuichi
sceneggiatura: Yoshikawa Nami
attori: Kamenashi Kazuya, Tsuchiya Tao, Takasugi Mahiro, Tamashiro Tina, Nishihata Daigo, Omasa Aya, Taguchi Tomorowo

Dim lights Embed Embed this video on your site


.

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook