404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Crazy Lips (2000)

Crazy Lips (2000)

Wednesday, 17 November 2010 16:17 Stefano Locati Film - Giappone
Print

crazy_lips_0Mamma Eiko e le sue due figlie, Satomi e Kaori, sono costrette a vivere asserragliate in casa, tenute sotto assedio da infervorati giornalisti. Morbosamente attratta dalla possibilità di scoop, la stampa le perseguita perché Michio, figlio maggiore della donna, è stato accusato dell'assassinio di quattro ragazze e si è di conseguenza dato alla macchia.

Tra i soprusi di un ispettore di polizia supponente e le vessazioni dei vicini, Satomi arriva ad ingaggiare Etsuko, una misteriosa sensitiva; non essendo convinta della colpevolezza del fratello, vuole infatti scoprire il vero responsabile degli efferati omicidi. Peccato che la medium e il suo aiutante abbiano metodi ben poco ortodossi e che Satomi si ritrovi coinvolta in una macchinazione fuori dall'ordinario.
Sangue, violenza psicologica, sopraffazione, stupri, vendette incrociate, fantasmi e tanta pazzia si assommano fino al parossismo, in una spirale al rialzo che alterna tensione e ricerca per il grottesco; un vortice surreale solo all'apparenza casuale, in realtà congegnato al millesimo per provocare sgomento o repulsione a scapito della linearità e della logica. A conti fatti Crazy Lips, prodotto dalla Omega Project (la stessa casa di Ring e Audition) e scritto da Takahashi Hiroshi (sodale di Nakata Hideo nei suoi primi film), è una spietata commedia nera, insana quanto assurda. Partendo da un setting claustrofobico e da una premessa paranoica, deraglia in breve verso sprazzi di non-senso sadico (ad esempio l'insostenibile violenza subita da Satomi): il comportamento ambiguo della medium, il controllo che riesce a ottenere sulla famiglia, i due scombinati agenti dell'Fbi che si intromettono nel caso, il presentatore televisivo, gli spiriti senza testa delle ragazze uccise - tutti gli elementi contribuiscono al formarsi di un'atmosfera crepitante, realmente squilibrata, vagamente folle. Da un lato l'esperienza impedisce al film di decollare, rendendolo risibile, persino snervante nella ricerca fine a se stessa dell'eccesso; dall'altro gli garantisce una patina di strampalata eccentricità che lo trasforma in un residuato disturbante, assolutamente fuori controllo.


paese: Giappone
anno: 2000
regia: Sasaki Hirohisa
sceneggiatura: Takahashi Hiroshi
attori: Miwa Hitomi (Kurahashi Satomi), Natsukawa Hijiri (Kurahashi Kaori), Yoshiyuki Yumi (Kurahashi Eiko), Yura Yoshiko (Mamiya Etsuko), Osugi Ren, Abe Hiroshi, Kuribayashi Tomomi (Lucy), Suzuki Ikko (poliziotto), Suzuki Kazuma (Kurahashi Michio)

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook