404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Gamera 4: Gamera vs. Viras / Il mostro invincibile (1968)

Gamera 4: Gamera vs. Viras / Il mostro invincibile (1968)

Sunday, 21 November 2010 03:26 Riccardo F. Esposito Film - Giappone
Print

gamera4_0Il mostro invincibile (questo il brutto titolo italiano del quarto capitolo della "vecchia serie" di Gamera, Gaimera tai uchi kaiju Viras) uscì nel nostro paese nel '69, con doppiaggio curato dalla Sinc Cinematografica di Mimmo Palmara (sì, proprio quel Mimmo Palmara, atletico interprete di film mitologici e d'avventura, ma anche doppiatore, direttore di doppiaggio e presidente di una cooperativa, la Sinc, da lui fondata nel 1967).

La trama: durante un escursione, il rover Shimada si accorge che due suoi boy-scouts, Masao e Jim, non si trovano più. Interpellata la sorella di Masao, Mariko (Yaegaki Michiko), che è in collegamento col fratello tramite un orologio-trasmittente ideato proprio da Masao, si riesce a rintracciare i due ragazzi. Sfruttando l'occasione offerta agli scouts dal dott. Dobie (doppiato in italiano per l'appunto da Palmara), direttore del Laboratorio Oceanico, di fare un giro su un sottomarino tascabile, Jim e Masao si avventurano sott'acqua, dove incontrano Gamera. L'azione si sposta all'interno di una strana astronave. La voce di un'intelligenza suprema extraterrestre - Wakayama Genzo nella versione originale, Ivano Staccioli in quella nostrana - con la scusa di studiare Gamera, ci fa il solito "riassunto delle puntate precedenti" (sic!). Mentre Masao e Jim vengono rapiti dagli alieni, Gamera è controllato tramite un congegno impiantatogli dietro la nuca che lo costringe a distruggere parte della città, contrastato dall'esercito (il cui comandante è interpretato da Fujiyama Koji, ovvero il perfido Onodera di Gamera vs. Barugon). Quando però i due ragazzi riescono a far esplodere l'elettrodo che controlla Gamera, gli alieni - interpretati da Natsuki Akira, Hashimoto Chikara, Nakahara Ken, Go Kenji e Yamane Keiichiro - si uniscono per formare il calamaro gigante Viras...
Palesi le numerose "citazioni" da Gli invasori spaziali (1953) di William Cameron Menzies che, pochi mesi dopo, ispirerà anche Honda Ishiro per alcune sequenze del suo divertente Kaiju soshingeki (Gli eredi di King Kong): l'elettrodo impiantato nella nuca per controllare la volontà, l'intelligenza aliena tentacolata (stavolta racchiusa non in una boccia trasparente come nel film di Menzies, bensì in una gabbia) e così via. Oltre a ciò, questo quarto Gamera è degno di nota per il combattimento finale fra la tartaruga e il calamarone (uno dei più divertenti e demenziali dell'intera serie). Ma anche per il fatto che fu il primo film della saga dove si iniziò ad udire la famigerata Gamera's March, composta da Hirose Kenjiro e cantata da un coro di voci bianche.


paese: Giappone
anno: 1968
regia: Yuasa Noriaki
sceneggiatura: Takahashi Nizo
attori: Takatsuka Makoto "Toru" (Masao), Carl Crane (Jim), Hongo Kojiro (Shimada), Peter Williams (dott. Dobie)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook