404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Ghost Train (2006)

Ghost Train (2006)

Sunday, 21 November 2010 03:59 Stefano Locati Film - Giappone
Print
Tags:

ghost_train_0Siamo dalle parti delle solite leggende metropolitane che si diffondono tra gli studenti: qui si parla del fantasma di una donna, relegato in una stazione ferroviaria, che rapisce i bambini rei di raccogliere i suoi averi da terra. La prima vittima è un ragazzino. La seconda è Noriko, sorella minore della liceale Nana, che si impegna con tutta se stessa a ritrovarla e risolvere il mistero. Mentre indaga sugli strani avvenimenti legati alla scomparsa, tenendo all'oscuro la madre, ricoverata in ospedale, Nana stringe amicizia con Kanae, coetanea coinvolta nella rete del terrore da un avventato regalo del suo fidanzato.

Furusawa Takeshi, aiutante sul campo di Kurosawa Kiyoshi in Barren Illusion (1999) e Pulse (2001), si aggrega all'onda lunga del j-horror, quella ormai spiaggiata, un po' boccheggiante: Ghost Train non è inguardabile, ma non osa oltre il già noto, e già questo è imperdonabile. La mediocrità programmatica nuoce a una storia lineare e prevedibile, lasciando intendere che con una scrittura più rovente si sarebbe potuto andare a parare in altri lidi, ben più fecondi. L'aspetto più interessante del film non è infatti il lato sovrannaturale, ma l'esame dei rapporti di amicizia, del loro significato - nello specifico lo strano legame che si instaura tra Nana e Kanae - prima quasi sconosciute, poi legate dal doppio filo della paura e della riconoscenza reciproca. Un tema che rimane sullo sfondo, in secondo piano, anche se risulta evidente lo si intendesse centrale: gli orpelli da racconto di fantasmi paludato, però, ne impediscono la messa in pratica completa. La parte finale, ambientata nel tunnel, pur sforzandosi di visualizzare in modi inusuali i tormenti oltremondani, con quel macabro groviglio di corpi, rimane quasi appiccicata, a cercare un finale a effetto che non arriva. Un film quieto, pacifico, dall'aspetto a basso costo - soprattutto per una fotografia stemperata e un po' ingrigita - che riserva qualche piccola sorpresa, insufficiente a farsi notare oltre la barriera dei fan più affamati.


paese: Giappone
anno: 2006
regia: Furusawa Takeshi
sceneggiatura: Furusawa Takeshi, Tanaka Erika
attori: Sawajiri Erika (Nana), Wakatsuki Chinatsu (Kanae), Oguri Shun (Takeshi), Sugimoto Aya (madre), Itao Istuji, Asada Miyoko

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook