404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Graveyard of Honor (1975)

Graveyard of Honor (1975)

Monday, 22 November 2010 06:11 Matteo Di Giulio Film - Giappone
Print

graveyard_of_honor_fukasaku_0Graveyard of Honor di Fukasaku Kinji, noto anche come Death of Honor, è un classico esempio di yakuza eiga anni settanta. Violento, sporco, con protagonista un modello di gangster già visto, tipica figura amata dal regista: il balordo, il cane pazzo incontrollabile che sfrutta la sua capacità di non provare dolore e rimorso per fare strada nel mondo marcio della malavita.

Ascesa e caduta di un piccolo boss dagli istinti feroci e dalla rabbia irrefrenabile: Ishikawa non conosce regole, parte dai meandri più reconditi della periferia e pur senza arrivare in alto colpisce le persone sbagliate nei momenti meno opportuni. Un personaggio ingenuo ma vivo, tagliato con l'accetta e senza mezze sfumature, tutto d'un pezzo, ben interpretato da Watari Tetsuya, che sostituisce per una volta l'attore feticcio del regista, Sugawara Bunta.
Fukasaku continua a ibridare i contenuti del polar violento - dei film di Melville e dei libri di Le Breton, per esempio - ad un'ironia caustica non priva di implicazioni antropologiche - il finto documentario con voce over a narrare la vita di Ishikawa; la droga che fa capolino; il degrado urbano del periodo post bellico; lo stupro da cui nasce l'amore - che sfociano nella critica (a)morale. Stilisticamente continua a guardare in casa - Suzuki Seijun, cui ruba il protagonista di Tokyo Drifter - e fuori - la nouvelle vague francese e il docu-drama socialmente impegnato -, sfruttando la colonna sonora potente, incisiva, con un tema melodrammaticamente onnipresente e le location povere (o meglio, squallide) tipiche del periodo. Tratta da un romanzo di Fujita Goro, la sceneggiatura è in più occasioni criptica, incapace di gestire la moltitudine di personaggi (molto meglio in questo senso lo splendido The Yakuza Papers): ma la confusione è anche elemento destabilizzante di rara potenza estetica, unica cornice possibile per una storia di auto-degradazione e di onore defraudato.


paese: Giappone
anno: 1975
regia: Fukasaku Kinji
sceneggiatura: Kamoi Tatsuhiko, Konami Fumio, Matsuda Hiro
attori: Watari Tetsuya (Ishikawa), Umemiya Tatsuo, Yumi Takigawa (Chieko), Ando Noboru, Hana Hajime, Narita Mikio, Tanaka Kunie

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook