404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

Green Slime, The / Battle Beyond the Stars / Il fango verde (1968)

Monday, 22 November 2010 06:23 Riccardo F. Esposito Film - Giappone
Print

green_slime_0La stazione spaziale Gamma 3, orbitante intorno alla Terra, è abitata da scienziati appartenenti a varie nazioni e dal corpo militare addetto alla sicurezza e al funzionamento della base. Jack Rankin viene inviato su Gamma 3 dal generale Thompson (Bud Widom) per sovrintendere alla distruzione dell'asteriode Flora, che minaccia di collidere con il nostro pianeta. Sulla base spaziale, Rankin incontrerà la sua ex, Lisa, ora fidanzata del comandate della base, Vince Elliott. Un frammento di una spora verdastra riportata per sbaglio dall'asteroide Flora inizia a proliferare, dando origine a un esercito di mostri verdi bitentacolati e monocoli che attaccano l'equipaggio di Gamma 3...

Nel 1966, la Toei si era accordata con la Ram Films di Walter Manley e Ivan Reiner, allo scopo di mettere in cantiere una serie di co-produzioni espressamente indirizzate al mercato occidentale e in particolare a quello statunitense, soprattutto televisivo. Questo accordo portò alla realizzazione di Kaitei Daisenso di Sato Hajime e del presente film. Anche se pochi se ne sono accorti, Gamma Dai 3-go: Uchu Daisakusen / The Green Slime costituisce una sorta di quinto capitolo della coeva serie italo-statunitense della Stazione Spaziale Gamma, sempre co-prodotta da Manley e Reiner - composta da Il pianeta errante, La morte viene dal pianeta Aytin, I criminali della galassia e I diafanoidi vengono da Marte (tutti diretti dal nostro Antonio Margheriti).
Uscito in Giappone il 19 dicembre 1968 e distribuito in Italia dalla MGM nel 1969 intitolato Il fango verde, il film è meno peggio di quanto sembri a giudicare dalle passate recensioni, generalmente scritte di malavoglia dal solito "vice" sfigato, costretto a eseminare filmetti minori. L'atmosfera è quella giusta di un fantahorror, la suspense è abbastanza ben calibrata e i mostri (opera di Watanabe Akira e Manoda Yukio) sono kitsch quanto basta per assurgere a cult-creatures. Sotto il punto di vista del primal enjoyment, il film funziona benissimo. E non solo. L'atmosfera da "pericolo incombente", da situazione "senza apparente soluzione" che la pellicola riesce, almeno in parte, a ricreare, non ha nulla da invidiare a ben più celebrati film di sf degli anni '50. Si consideri anche l'aspetto lovecraftiano dei mostri, forse i più somiglianti a certe creature partorite dalla fantasia di H. P. Lovecraft che il cinema di serie-B abbia mai ricreato. Molte le altre fonti d'ispirazione che gli sceneggiatori devono aver tenuto ben presenti: da un lato i vari blob dei film L'astronave atomica del dottor Quatermass, Fluido mortale, Uomini H, Caltiki il mostro immortale, e dall'altro i fantahorror del calibro di Il mostro dell'astronave, L'invasione dei mostri verdi (a.k.a. Il giorno dei Trifidi), La cosa da un altro mondo, Terrore nello Spazio, Ammutinamento nello Spazio, ecc.
Sorprende - e francamente, un po' infastidisce - assistere a interessanti passaggi (un green slime uccide, fra cavi e infrastrutture della base spaziale, un militare) sorprendentemente simili (prego confrontare attentamente le due pellicole, se non ci credete) ad analoghe sequenze di Alien. Per quanto ci imbarazzi constatarlo, non è da escludere che Ridley Scott abbia tenuto d'occhio, oltre che il più volte citato modello di Cahn (Il mostro dell'astronave), anche il film del regista giapponese. Da notare, nel cast, la bella e formosa Luciana Paluzzi, allora in auge per via della sua interpretazione in Agente 007: Thunderball - Operazione Tuono (1965) e futura consorte di quel simpatico matto di Tony Anthony.
Un cenno finale al doppiaggio italiano, curato dalla CID (un'ottima cooperativa nata negli anni '50 e fallita nel 1973). Horton, Paluzzi e Jaeckel sono doppiati rispettivamente da Sergio Rossi, Mirella Pace e Oreste Rizzini.


paese: Giappone
anno: 1968
regia: Fukasaku Kinji, Taguchi Katsuhiko
sceneggiatura: Charles Sinclair, Tom Rowe, William Finger, Kaneko Takeru
attori: Robert Horton (Jack Rankin), Richard Jaeckel (Vince Elliott), Luciana Paluzzi (Lisa Benson), Robert Dunham (Martin), Ted Günther (dott. Halvorsen)

 

sitemap