404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone High and Low / Anatomia di un rapimento (1963)

High and Low / Anatomia di un rapimento (1963)

Monday, 22 November 2010 06:44 Matteo Di Giulio Film - Giappone
Print

high_and_low_0Il ricco industriale Gondo riceve una richiesta di riscatto; il bambino rapito però non è suo figlio, per errore i sequestratori hanno preso il pargolo dell'autista. Non per questo i criminali si tirano indietro; costrigono (moralmente) Gondo al pagamento e rilasciano l'ostaggio. La palla passa così alla polizia, guidata dal brillante ispettore Tokura; a loro spetta il difficile compito di ritrovare malviventi e maltolto.

Da un romanzo di Ed McBain (Due in uno, proprio uno dei gialli dell'87° distretto), Kurosawa Akira ricava un noir lucido e asciutto. Non privo di derive psicologiche e politicizzate - il rapitore proletario che gode nel terrorizzare il ricco borghese che lo sovrasta -, High And Low (la versione italiana, tagliatissima, si intitola Anatomia di un rapimento) è sempre consapevole che il polveroso paesaggio urbano (o meglio, la povertà dei quartieri malfamati abitati da straccioni e drogati) è sfondo ideale per la storia tanto quanto, se non addirittura meglio, delle strade di Chicago. L'intreccio giallo c'entra poco con l'hardboiled classico, quello che segue il fattaccio è un excursus nel sociale: il tallonamento del rapitore nella sua personale discesa agli inferi - senza ritorno, grazie alla caparbietà di un ispettore dalle motivazioni e dai metodi discutibili - fa subito risaltare il contrasto con il relativo benessere del ricco Gondo. Non per niente il suo dilemma - che denota un atteggiamento politico conservatore assente nella fonte originale: il ricco prende le decisioni giuste, il povero finisce per colpire uno più male in arnese di lui - si risolve subito positivamente: la simpatia di Kurosawa non manca di omaggiare il suo attore feticcio. High And Low è un film che vive di confronti. L'indagine del regista è, come quella meticolosa dei poliziotti, priva di sensazionalismi, condotta razionalmente, senza azzardi; e quindi facilmente vincente.


paese: Giappone
anno: 1963
regia: Kurosawa Akira
sceneggiatura: Hisaita Eijiro, Kikushima Ryuzo, Kurosawa Akira, Oguni Hideo
attori: Mifune Toshiro (Gondo), Nakadai Tatsuya (Tokura), Yutaka Sada (Aoki), Yamazaki Tsutomu (Ginji Takeuchi), Ishiyama Kenjiro (Taguchi)

 

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook