404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Meatball Machine (2005)

Meatball Machine (2005)

Sunday, 09 January 2011 15:38 Stefano Locati Film - Giappone
Print
Tags:

meatball_machine_0Yamaguchi Yudai è sodale di Kitamura Ryuhei dagli insospettabili tempi di Down to Hell (1997) e regista di Battlefield Baseball (2003) e Cromartie High School (2005). Yamamoto Junichi è invece il regista del cortometraggio del 1999 a cui è ispirato questo lungo. Insieme confezionano un horror fantascientifico delirante, astruso e stracolmo di sangue, mutazioni e smembramenti. Se si aggiungono gli effetti speciali dell'eccessivo Nishimura Yoshihiro (regista di Tokyo Gore Police) il quadro è completo su un film fuori registro e visivamente stordente, fino al parossismo.

 

Il giovane nerd Yoji è segretamente innamorato di Sachiko, che lavora vicino alla sua fabbrica e spia tutti i giorni in pausa pranzo. Indeciso su come conoscerla, Yoji trascorre la sua solita vita in solitudine: un giorno viene picchiato da un travestito all'uscita dal cinema, abbandonato in mezzo alla spazzatura. Qui gli capita tra le mani un artefatto ovale dall'apparenza aliena da cui è incuriosito. Una volta riportato a casa, cerca in tutti i modi di aprirlo, senza successo. Sfortuna vuole che proprio quando finalmente gli riesce di portare Sachiko a casa, dopo averla salvata dalle avance dei suoi barbarici colleghi, l'artefatto si riattivi, penetrando nella ragazza. Si tratta di un parassita che prende possesso del corpo ospite tramite i suoi centri nervosi e inizia una battaglia contro tutti gli altri parassiti presenti nelle vicinanze, deteriorando e infine uccidendo la persona che lo racchiude. Yoji cerca disperatamente di salvare Sachiko, ma viene ferito. Viene salvato da uno strambo guerriero che ha molte risposte. L'uomo è però il padre di una ragazza a sua volta posseduta dagli alieni: la mantiene cosciente e in vita nutrendola di altri alieni. Per questo infetta Yoji, con l'intenzione di ucciderlo e quindi darlo in pasto alla figlia. Prima di venir posseduto, Yoji riesce però a neutralizzare l'alieno. Acquista così l'aspetto mutante degli altri, ma mantiene la sua coscienza integra.
I referenti evidenti sono il cinema do it yourself e sfibrato degli esordi di Tsukamoto Shinya e Ishii Sogo: i temi sono sempre quelli - la nuova carne cronenberghiana, la compenetrazione metallo-corpo, la costruzione di un mondo-altro deragliato, la virulenza di una colonna sonora sferragliante. A mutare di segno è però il tono, autocompiaciuto e spogliato di qualsiasi intransigenza, adagiato a propositi commerciali spicci e a un'aura da sottoprodotto fieramente popolare. Farà impazzire gli amanti degli effettacci splatter, che possono ritrovare qualche buona idea e una parvenza di ritmo, ma fare altri paragoni sarebbe imbarazzante: Meatball Machine, in fondo, è poco più che un ripasso in riprese traballanti a mano, montaggio pseudo-serrato e geyser di sangue corredati da protesi alambiccate.


paese: Giappone
anno: 2005
regia: Yamaguchi Yudai, Yamamoto Junichi
sceneggiatura: Kato Junya
attori: Takahashi Issei (Yoji), Kawai Aoba (Sachiko), Kawasaki Kenichi (Tanaka), Masumoto Shoichiro, Tezuka Toru, Yamamoto Ayano

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook