404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Premonition (2004)

Premonition (2004)

Monday, 10 January 2011 15:29 Stefano Locati Film - Giappone
Print
Tags:

premonition_0Secondo tassello della serie J-Horror Theater voluta dal produttore Ichise Takashige, ossia sei film totalmente indipendenti l'uno dall'altro caratterizzati da atmosfere orrorifiche e dalla regia delle più conosciute firme del nuovo horror giapponese. Premonition, in originale Yogen, è diretto da Tsuruta Norio, che dopo una lunga militanza nel campo degli straight to video ha trovato la sua strada con il prequel di Ring (Ring 0) e con le riduzioni da fumetti: dal discreto Kakashi, tratto da un manga di Ito Junji, alla co-regia del deludente Sky High, da un'opera di Takahashi Tsutomu. Proseguendo il trend, non stupisce che anche questo film sia tratto da un manga, Kyofu Shinbun (Il giornale del terrore) di Tsunoda Jiro. La premessa non è però tra le più originali e si riassume nelle domande: "Cosa faresti se conoscessi in anticipo il futuro? Sarebbe possibile cambiarlo?".

Posto di fronte al dilemma è il ricercatore Satomi Hideki che, fermo a una cabina telefonica al bordo di una strada deserta per spedire un'importante e-mail, scorge ai suoi piedi un foglio di giornale. Incuriosito, lo raccoglie, solo per scoprire che riporta la notizia della morte di Nana, sua figlia, alle otto di quella sera, investita da un camion fuori controllo. Preoccupato, Hideki si volta a guardare verso la moglie, Ayaka, che lo sta raggiungendo sorridente, e verso l'auto, dove la figlia è ancora seduta. Proprio in quel mentre un camion spunta dal nulla e travolge la macchina. L'uomo assiste impotente alla morte della figlia e la sua mente ne è sconvolta. Tre anni dopo lui e Ayaka hanno divorziato: Hideki ora insegna svogliatamente in un liceo e cerca di stare il più lontano possibile dai quotidiani, per i quali ha sviluppato una fobia. Ma una serie di efferati omicidi lo coinvolgono in nuove premonizioni cartacee che lo minacciano in prima persona. È l'occasione per un riavvicinamento con Ayaka, ora studiosa di fenomeni paranormali. Per risolvere il rompicapo i due affranti genitori dovranno riunire le forze e volgersi al passato...
Tsuruta Norio costruisce un film atipico, che di horror ha solo l'atmosfera di sottofondo e qualche brevissima e superflua parentesi gore, tra volti scarnificati e teste bucate. Premonition, avviluppato in un ritmo sornione che privilegia la contemplazione, appare una stanca riflessione sull'elaborazione del dolore. Il nucleo della messa in scena è l'implodere della famiglia di fronte alle avversità: o, meglio, l'effetto che gli eventi esterni possono avere sui legami familiari. Le blande innervature horror sono semplice pretesto per un confronto con i valori fondanti della famiglia, in modo simile a quanto tentato, con scarso successo, dal Manda Kunitoshi di The Tunnel. Ai balzi sulla sedia Premonition preferisce così l'analisi concentrica della speranza, con un finale ellittico che sfalda lo spazio tempo e procede a ritroso, senza più riserve pseudo-razionali. Una scelta coraggiosa che purtroppo mostra qualche cedimento e ben più di un'indecisione, con la narrazione che si adagia sulla superficie degli eventi e dei caratteri, non osando addentrarsi nei terribili dilemmi prospettati. La scelta tra la spiegazione sovrannaturale e quella sociologica non è affrontata: il risultato è un'analisi disequilibrata che rimane asettica, lontana dalle asperità, e per questo finisce con l'essere inutile. Un tentativo non riuscito di staccarsi dagli usuali cliché del genere.

 


paese: Giappone
anno: 2004
regia: Tsuruta Norio
sceneggiatura: Tsunoda Jiro, Takagi Noboru, Tsuruta Norio
attori: Mikami Hiroshi (Hideki), Sakai Noriko (Ayaka), Ban Daisuke, Inoue Hana

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook