404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Way of Blue Sky (2005)

Way of Blue Sky (2005)

Sunday, 23 January 2011 05:15 Stefano Locati Film - Giappone
Print

way_of_blue_sky_0Un liceo giapponese come tanti: due amici condividono la passione per il basket, un sogno fatto di allenamenti estenuanti e sfide all'ultimo canestro. Poi Masaki annuncia che partirà presto per gli Stati Uniti, dove si trasferisce la sua famiglia. Sembra la fine di un idillio: la classe rimane scioccata, specialmente un quintetto di ragazze che a vario titolo gli ruotano intorno.

Hayumi ha in comune con lui la passione per lo sport. Suzuki è la confidente dai modi spicci che incontra sempre sul tetto della scuola. Haruna è la conoscente di una vita, vicina di casa e fornitrice ufficiale di latte. Arisa è la capoclasse che si trova insospettabilmente attratta da lui dopo un incontro fortuito. Infine Ichida è una ragazza appena rientrata in Giappone dopo una vita passata in Inghilterra. Paure, amicizie e gelosie esplodono tutti in una volta nella frenetica estate di preparazione alla sua festa d'addio.
Dopo il plumbeo e metafisico Thirteen Steps (2003), Nagasawa Masahiko fa un passo indietro e appronta un piccolo film che evidenzia i tic e le palpitazioni dei giovani giapponesi in procinto di affrontare la vita: nessuna scena madre, nessuno sconvolgimento epocale, solo le piccole incomprensioni quotidiane di un gruppo di adolescenti che per la prima volta deve affrontare la sfida del distacco. Un soggetto semplice, amplificato dall'evidente empatia verso l'argomento trattato e dall'alchimia naturale mostrata dai giovani protagonisti. Way of Blue Sky è infatti composto da un intarsio di particolari minimali: il mistero sul vero amore di Masaki, le incomprensioni tra Arisa e Hayumi, gli sms di Ichida sono solo alcuni dei pezzi di un puzzle che si sviluppa con parsimonia e lentezza, palesando il quadro generale solo in vista della fine. Ne risulta un film utopicamente privo di asperità, elegiaco, ma non nostalgico (o peggio "buonista"), destinato a rimanere inosservato proprio per l'acume immateriale con cui riesce a trattare sensazioni sfuggenti.

 


paese: Giappone
anno: 2005
regia: Nagasawa Masahiko
sceneggiatura: Hyuga Asako
attori: Nakayama Takuya (Takahashi Masaki), Morita Ayaka (Hayumi), Tabe Mikako (Haruna), Yuki Saya (Suzuki), Kurokawa Mei (Takahashi Arisa), Nishihara Aki (Ichida), Sasaki Kazunori (Sugihara Yudai), Hashidume Ryo (Shinji)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook