404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Ultraman: The Next (2004)

Ultraman: The Next (2004)

Sunday, 23 January 2011 05:27 Stefano Locati Film - Giappone
Print

ultraman_next_0Ennesima variazione sul mito di Ultraman. Questa versione cinematografica è uscita nelle sale giapponesi nel dicembre del 2004 e ha riscosso un buon successo, tanto che la stessa coppia di regista/sceneggiatore dovrebbe cimentarsi con il lungometraggio di festeggiamento per il quarantennale dell'eroe, previsto per il 2006. In questo caso si tratta di una rilettura delle origini: il pilota di caccia Maki, sul punto di congedarsi dall'esercito pur di stare vicino al figlioletto gravemente malato, collide con un misterioso oggetto volante non identificato. Sopravvissuto miracolosamente all'impatto, l'ormai ex soldato, riciclatosi come pilota civile, viene tenuto sotto stretta osservazione, tanto da essere infine rapito dai militari e portato in una base segreta.

Qui una dottoressa apparentemente senza scrupoli gli spiega che la sua sorte era toccata, in precedenza, a un soldato della marina: in conseguenza all'impatto, l'uomo si è trasformato in una enorme creatura rettiliforme, sfuggita al controllo e pronta a distruggere Tokyo. La donna ritiene che anche lui sia destinato a trasformarsi, e lo vuole usare come esca per attirare il mutato, chiamato The One, per tendergli una trappola e distruggerlo. Maki effettivamente si trasforma, ma mantiene il controllo sulla sua instabile, gigantesca forma, diventando The Next. I due esseri gommosi si scontrano, ma The One riesce momentaneamente a fuggire. Maki, tornato umano, acconsente ad aiutare la dottoressa e l'esercito a dare la caccia al nemico, diventando in sostanza l'ultima speranza per l'umanità (o almeno per Tokyo)...
Ultraman era stato creato nel 1966 da Tsuburaya Eiichi (1901-1970), realizzatore degli effetti speciali per la serie classica di Godzilla, che già dal 1963, quando ancora lavorava alla Toho, aveva fondato la Tusburaya Special Effects Productions (poi rinominata più semplicemente Tsuburaya Productions). Da allora il format non ha conosciuto crisi, tornando ciclicamente a inondare le televisioni, con ben quattordici serie, e i cinema (il primo lungometraggio è del 1967). Questa rilettura è stata affidata a Konaka Kazuya, classe 1963, attivo già da metà anni '80 e associato al nome di Ultraman fin dal 1997, quando diresse Ultraman Zearth 2. Da allora Konaka si è spesso occupato del marchio, fino al coinvolgimento nella regia di sette episodi per Ultraman Nexus (2004). Qui si concede la libertà di riplasmare l'universo di Ultraman, modificando le premesse, pur mantenendo saldi i principi di base (l'introduzione dell'ossessione per i velivoli potrebbe essere un omaggio a Tsuburaya, pilota a sua volta e grande appassionato di volo). Il risultato dell'operazione è tutto sommato deludente: i fan di lunga data saranno felici di ritrovare il loro eroe in ottima forma, con tanto di ritocchi accessori dovuti agli effetti speciali digitali, ma il film, preso a sé, è un disastro. L'azione è spezzata da momenti (mélo)drammatici di una ingenuità al limite del ridicolo: la situazione è peggiorata dalla legnosa inconsistenza di tutto il cast, Bessho Tetsuya in testa. L'intreccio, pur anelando a una certa maturità, è granitico nelle sue schematiche giustapposizioni, banale nello sviluppo e con l'innegabile difetto di prendersi troppo sul serio. I set sono scarni, claustrofobici, e non cancellano la sensazione di provenienza televisiva. Oltretutto le trasformazioni e le battaglie, unico vero centro d'interesse, sono davvero sporadiche (in questo ricalcando la serie classica, che si poteva permettere solo pochi minuti di scontri a episodio, per questioni di budget), nell'attesa annegando il povero spettatore in un mare di noia.

 


paese: Giappone
anno: 2004
regia: Konaka Kazuya
sceneggiatura: Hasegawa Keiichi
attori: Bessho Tetsuya (Maki Shunichi), Toyama Kyoko (Mizuhara Sara), Osumi Kenya (Udo Takafumi), Yuuki Nae (Maki Yoko), Hirota Ryohei (Maki Tsugumu)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook