404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Shangri-La (2002)

Shangri-La (2002)

Sunday, 23 January 2011 14:35 Fabio Zanello Film - Giappone
Print

shangri_la_0A rimuginarci sopra ora sappiamo che Shangri-La è qualcosa di più di un film di denuncia civile. Per Miike sembra arrivata la maturità artistica. Di riflesso è solo il popolo a essere fedele agli ideali. E' solo il popolo che nell'ipertecnologico Giappone si permette di contrastare il capitalismo selvaggio per continuare a lottare e non essere emarginato dalla società opulenta che l'ha creato. Sono fondamentali dunque dei personaggi come Shô Aikawa, il condottiero dei reietti di questo film; ma per tenere insieme una comunità in Giappone vigono delle regole particolari.

Il cuore di una narrazione è innanzitutto quella che resiste a tutti i cambiamenti di registro a cui ci ha ovviamente abituato Miike Takashi. La tribù di derelitti che vive ai margini della grande città, una volta credeva nel paradiso americano che regala la prosperità economica al Sol Levante. Pertanto il regista non smette mai di spiazzare, e mette in scena una fauna umana più difficile - che solo i grandi autori hanno il coraggio di filmare. E ora costringe tutti gli occidentali a interrogarsi sui valori in cui credono. L'umanità che torna spesso nel cinema europeo è al centro di questo racconto dalla parte dei disperati. Gli altri vantaggi non da poco sono che oltre ad asciugare il linguaggio (i totali sopravanzano i piani ravvicinati), resta il fatto che il più grande potere della Terra è fondato sulla paura e sul danaro. Nessun altro valore, nessun progetto, nessun risultato. Quella di questi diseredati è un'utopia lontanissima, l'unica via di riscatto per liberarsi dalla zavorra delle sensazioni sgradevoli che ci affliggono quotidianamente.

 


paese: Giappone
anno: 2002
regia: Miike Takashi
sceneggiatura: Takahashi Masakuni
attori: Aikawa Show, Sano Shiro, Tokui Yu, Muroi Shigeru

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook