Suspect X (2008)

Stampa

suspect_x_0Dallo sceneggiatore di una miriade di successi commerciali (Waterboys, la serie di Umizaru, Hero, la serie di Twentieth Century Boys), Fukuda Yasushi, arriva la riduzione di un racconto di Higashino Keigo appartenente alla serie Detective Galileo - da cui nel 2007 era stata tratta una serie televisiva in dieci episodi, Galileo, con identici protagonisti.

Si tratta di un mystery a incastri basato sullo scontro di personalità tra un fisico ultrarazionalista, Yukawa Manabu, e un geniale matematico, Ishigami Tetsuya, che cerca di coprire l'omicidio accidentale commesso da una sua vicina di casa, di cui è segretamente innamorato. Il fascino di Suspect X, riuscito tentativo di blockbuster sul modello di Bayside Shakedown (Motohiro Katsuyuki, 1998), risiede in effetti nel lento dipanarsi di mosse e contromosse che contrappongono i due geni. Manabu, coadiuvato dall'impulsiva poliziotta Kaoru, ricorda l'amicizia che lo legava a Tetsuya ai tempi dell'università, e quindi cerca in tutti i modi di sfuggire il confronto, ma l'intricato rebus orchestrato dal matematico si rivela troppo stimolante per ritrarsi. L'accento è posto naturalmente sull'investigazione, ma nella complessa sceneggiatura c'è posto anche per riflessioni accessorie sul ricordo, l'amicizia e la percezione del mondo che ci circonda. Rispetto alla serie televisiva, sono molto trascurati Kaoru e gli altri poliziotti, tanto da diventare figure di contorno del tutto inessenziali, presenti solo per rimarcare la continuità con il piccolo schermo. La regia di Nishitani Hiroshi (Star Reformer/Kencho no hoshi, 2006) è funzionale all'intrigo, adeguatamente invisibile, composta da carrellate lente e un'attenzione particolare al montaggio. Qualche slabbratura e lungaggine emerge nel finale, talvolta confuso, ma nel complesso Suspect X rimane un thriller procedurale solido. L'unico svantaggio è che ritmo e riferimenti sono tanto sprofondati nella cultura giapponese da rendere impervia una possibile affermazione su qualche altro mercato.

 


paese: Giappone
anno: 2008
regia: Nishitani Hiroshi
sceneggiatura: Fukuda Yasushi
attori: Fukuyama Masaharu (Yukawa Manabu), Tsutsumi Shinichi (Ishigami Tetsuya), Shibasaki Kou (Utsumi Kaoru), Kitamura Kazuki (Kusanagi Shunpei), Matsuyuki Yasuko (Hanaoka Yasuko), Dankan (Kudo Kuniaki), Kanazawa Miho (Hanaoka Misato)