404 Not Found

Not Found

The requested URL /track was not found on this server.

You are here:   Home Film Giappone Tora-san 2: Tora-san, Cherished Mother (1969)

Tora-san 2: Tora-san, Cherished Mother (1969)

Sunday, 23 January 2011 17:18 Stefano Locati Film - Giappone
Print

tora_san_2_0Per il ritorno del suo Tora-san, Yamada Yoji predispone un intreccio lineare che prevede l'intersecarsi di due segmenti narrativi. Il primo con Torajiro, tornato a casa per nostalgia a neanche un anno dalla precedente visita, impegnato nella ricerca della madre, che l'abbandonò da piccolo senza lasciare spiegazioni; il secondo incentrato sull'incontro casuale dell'indisciplinato girovago con un ormai anziano professore, un tempo suo insegnante, e soprattutto con la di lui figlia, Natsuko - dolce e gentile come Torajiro non credeva più possibile. Sullo sfondo l'amore della sorella, alle prese con il figlio ancora piccolo, e i bonari zii, persi tra la locanda e le intemperanze del nipote.

Un quadro confortevolmente familiare entro cui la regia sobria di Yamada si muove con grazia e conoscenza dei tempi drammatici. E se di tanto in tanto si eccede con virate grottesche (la lunga sequenza della disillusione dopo il primo contatto con la madre, in cui tutti gli amici cercano invano di non pronunciare la parola "mamma"), o con intermezzi comici (gli exploit da venditore di Tora, che si spacci per indovino o che racconti la sua sofferenza agli zii), poi tutto ha una spiegazione logica nella preparazione delle scene successive, interamente basate per contrasto o contrapposizione sulle precedenti (lo si evince al meglio vedendo la divertente scena della pesca alle anguille sul fiume, con il colpo che arriva subito dopo). In effetti quello che contraddistingue la saga di Tora-san da qualsiasi banale produzione seriale, ed è una differenza non da poco, è l'amorevole cura per i particolari, quell'affascinante alone di semplicità e familiarità che non può evitare di intrigare anche lo spettatore più disattento. Atsumi Kiyoshi, questa volta star quasi incontrastata, è sempre più carismatico e basterebbero le sue espressioni bizzarre o la sua parlantina svelta a convincere che ogni tanto buonismo non significa necessariamente stucchevole.

 


paese: Giappone
anno: 1969
regia: Yamada Yoji
sceneggiatura: Yamada Yoji, Miyazaki Hikaru, Kobayashi Shunichi
attori: Atsumi Kiyoshi (Kuruma Torajiro), Baisho Chieko (Sakura), Sato Orie (Natsuko), Tono Eijiro (Tsubouchi), Yamazaki Tsutomu (dr. Fujimura), Miyako Chocho (Okiku), Morikawa Shin (Tatsuzo), Misaki Chieko (Otsune), Maeda Gin (Hiroshi), Tsusaka Masaaki (Noboru)

sitemap

Add comment

Effettuando il login si hanno più opzioni e non è necessario inserire il captcha a ogni messaggio.
Sono vietati messaggi discriminatori, offese o insulti, spam di qualsiasi tipo, incitamento alla pirateria informatica. I commenti che non rispettano queste semplici regole saranno eliminati senza preavviso dalla redazione.

Security code
Refresh

Share on facebook